I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Per guarire ciascuno deve cucinare il proprio cibo

L'invito che noi facciamo è: torniamo in cucina con i nostri figli e facciamo vedere che si possono fare delle cose meravigliose

Pubblicato il 22/04/2015 da Franco Berrino
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Una domanda che mi si fa sempre più spesso è 'se dovessimo mangiare come lei raccomanda come facciamo? Perché ci vuole molto tempo. Ci vogliono 50 minuti per cuocere il riso integrale, come facciamo?'. Ci sono due considerazioni da fare: uno che non è tanto una questione di tempo, ma è una questione di organizzazione, perché il riso integrale lo puoi mettere su questa sera, quando arrivi a casa. Ci vorrà un po' per cuocere, ma lo prepari per domani e intanto ti mangi qualche cosa che hai preparato ieri. E l'altra considerazione è che non è una perdita di tempo, è un investimento di tempo. E poi, se ci pensate, il tempo lo abbiamo: ci sono delle cose che ci rubano il tempo. Un esempio noto a tutti: la televisione ci ruba il tempo.

René Lévy: "Per guarire ciascuno deve cucinare il proprio cibo"

C'è un grande saggio a cui ho dedicato un capitolo del mio libro: il grande René Lévy, che è stato uno dei miei maestri. Lui diceva: "Non bisogna aprire dei ristoranti macrobiotici, dei ristoranti che ti offrono del cibo che fa bene alla salute, perché per guarire ciascuno deve cucinare il proprio cibo". L'invito che noi facciamo è: torniamo in cucina, torniamo in cucina con i nostri figli, cuciniamo con loro, facciamo vedere che si possono fare delle cose meravigliose molto più buone che non il cibo che ci viene proposto oggi già pronto. Torniamo in cucina e cuciniamo con amore per la nostra famiglia, quando si cucina con amore il cibo diventa buono. Il tempo lo abbiamo, cercate bene nella vostra giornata e vedrete che il tempo ce lo abbiamo.



banner basso postfucina





Franco Berrino

Franco Berrino
Medico ed epidemiologo

Laureatosi in medicina e chirurgia magna cum laude all'università di Torino nel 1969 e specializzatosi in anatomia patologica, si è poi dedicato principalmente all’epidemiologia dei tumori. Dal 1975 lavora all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove dal 2002 dirige il Dipartimento di medicina preventiva e ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo