I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Una bevanda psichedelica per curare la depressione

Lo studio pubblicato su Nature

Pubblicato il 10/04/2015 da Prevenzione a tavola

Un'antica bevanda psichedelica chiamata ayahuasca utilizzata dagli sciamani è stata testata come farmaco per curare la depressione. Il team di ricercatori dell'Università di San Paolo guidato da Jaime Hallak ha riscontrato che questo infuso dagli effetti allucinogeni ha iniziato a ridurre la depressione nei pazienti in poche ore. L'effetto della bevanda era presente anche dopo tre settimane. Lo studio è stato pubblicato sull'autorevole rivista scientifica Nature e ha incluso sei volontari che soffrivano di depressione, ai quali è stata somministrata una dose leggera della bevanda. Gli scienziati hanno impiegato questionari clinici standard per monitorare i sintomi di depressione dei pazienti. Al momento sono in corso degli studi più ampi.

Non solo per curare la depressione: tutte le proprietà


L'ayahuasca viene prodotta miscelando in un decoto le liane polverizzate di Banisteriopsis caapi e le foglie di Psychotria viridis. Vediamo le proprietà: "la Psychotria viridis contiene dimetiltriptamina (DMT), una triptamina allucinogena endogena, mentre la Banisteriopsis caapi contiene alcaloidi armalinici simili a quelli della ruta siriana (Peganum harmala): armina, armalina e tetraidroarmina.[1] La DMT in genere è rapidamente inattivata dagli enzimi endogeni monoamino ossidasi (MAO); gli alcaloidi armalinici invece sono degli inibitori della MAO e quindi evitando la rapida degradazione della DMT ne potenziano gli effetti. Sono strutturalmente simili alla serotonina, agiscono bloccandone i recettori, e mostrano attività incrociata con LSD e psilocibina". Oltre alla depressione, questa bevanda potrebbe rappresentare un rimedio ad altre malattie: "L'ayahuasca potrebbe avere anche alcune potenziali applicazioni terapeutiche. In uno studio condotto all'interno di un gruppo di praticanti della chiesa brasiliana União do Vegetal l'ayahuasca si è mostrata efficace nel trattamento dell'alcolismo e della dipendenza indotta dall'abuso di sostanze stupefacenti. Inoltre è stato suggerito che l'ayahuasca possa essere utile per il trattamento dei disturbi mentali nei quali si sospetta un deficit del metabolismo della serotonina, quali depressione, autismo, schizofrenia, sindrome da deficit di attenzione e iperattività. L’armina possiede inoltre proprietà anti-parassitarie che potrebbero farne ipotizzare l'uso nella profilassi della malaria e di varie altre parassitosi".



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti