I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il cibo dell’uomo: gli alimenti per curarsi a tavola

La via della salute tra conoscenza scientifica e antiche saggezze

Pubblicato il 19/03/2015 da Franco Berrino
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Sta per uscire un mio libro, si chiama Il cibo dell'uomo, sarà in libreria la settimana prossima. Ci sarà una presentazione pubblica a Brescia venerdì pomeriggio. Che cos'è questo libro? È un libro che vuole dare delle informazioni su come promuovere la salute sulla base di quello che si sa oggi nella scienza. Ho messo il sottotitolo "La via della salute tra conoscenza scientifica e antiche saggezze" perché quello che stiamo scoprendo oggi nella ricerca scientifica è che i vecchi avevano ragione: per esempio, le raccomandazioni del Codice Europeo per la prevenzione dei tumori sono praticamente le raccomandazioni dell'antica dieta mediterranea, sono le raccomandazioni delle diete di tutti i popoli prima della Rivoluzione industriale. I cibi moderni sono troppo ricchi di grassi, di zucchero, di sostanze chimiche che non c'entrano niente con la nostra alimentazione che favoriscono la comparsa delle malattie croniche di oggi.

La Grande Via del cibo, del movimento e della meditazione

 Queste considerazioni mi derivano dal fatto che adesso che sono in pensione ho pensato che sarebbe una cosa bella restituire quello che ho avuto: ho avuto la possibilità nella vita di studiare, ho avuto questa grandissima chance di lavorare all'Istituto dei Tumori di Milano, dove ho potuto condurre degli studi molto importanti. Ora mi dedico ad aiutare la gente ad orientarsi in questa pletora orribile di informazioni contrastanti, piene di conflitti di interessi e piene di falsità sul rapporto tra lo stile di vita e la salute, in particolare sul rapporto tra cibo a salute. È per questa ragione abbiamo fondato l'associazione La Grande Via, che ha lo scopo di mettere a disposizione delle informazioni controllate, che abbiano una solida base scientifica, o, se non hanno una solida base scientifica, dove sia esplicitato quali sono i limiti di queste raccomandazioni che diamo. La Grande Via vuol dire la via del cibo, quale cibo mangiare; la via del movimento, dell'attività fisica, dell'esercizio", ma anche movimento nel senso di cambiamento, di cambiare le abitudini, di avere la biodiversità nel piatto, di non fare tutti i giorni le stesse cose; la terza via è la via della meditazione, la via della spiritualità: ci sono sempre più dati scientifici che mostrano che con la nostra mente possiamo influenzare il comportamento delle nostre cellule, dei nostri organi. E allora La Grande Via: del cibo, del movimento e della meditazione. Ci sarà una presentazione ufficiale venerdì 20 al ristorante Carlo Magno a Brescia dove ci sarà anche un buffet, dove faremo assaggiare alcuni cibi che ci sentiamo solidamente di raccomandare come utili per la salute.*Chi fosse interessato a partecipare alla presentazione in anteprima nazionale del libro del dottor Berrino "Il cibo dell'uomo" può prenotare inviando una mail a info at lagrandevia.it. L'evento si terrà venerdì 20 marzo alle ore 18.30 al ristorante Carlo Magno di Brescia.



banner basso postfucina





Franco Berrino

Franco Berrino
Medico ed epidemiologo

Laureatosi in medicina e chirurgia magna cum laude all'università di Torino nel 1969 e specializzatosi in anatomia patologica, si è poi dedicato principalmente all’epidemiologia dei tumori. Dal 1975 lavora all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove dal 2002 dirige il Dipartimento di medicina preventiva e ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo