I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I benefici della spugna di luffa sulla nostra pelle

Come utilizzarla e coltivarla in casa

Pubblicato il 11/03/2015 da Prevenzione a tavola

La luffa è un tipo di verdura coltivata nelle regioni tropicali di tutto il mondo simile alla zucchina. Da qualche tempo a questa parte anche in Italia si sta sperimentando la sua coltivazione in aree più calde come la Sicilia e la Sardegna. Il frutto della luffa, una volta raccolto, viene lasciato essiccare, sbucciato e poi si tolgono i semi e i residui di polpa. Ciò che resta se immerso in acqua si rigonfia, si ammorbidisce e diventa un’ottima spugna biodegradabile, perfetta per la nostra igiene personale.

Spugna di luffa: i benefici sulla nostra pelle


Ma che benefici porta questa spugna alla nostra pelle? Ce lo spiega il blog Naturalmentefarma: "La spugna di luffa ha un’ottima capacità di esfoliare delicatamente la pelle, rimuovendo le cellule morte e contemporaneamente riattivando la microcircolazione sanguigna. Il massaggio effettuato con la Luffa bagnata e insaponata durante la doccia o il bagno produce un vero e proprio “peeling” che facilita il ricambio cellulare rendendo la pelle molto più morbida e liscia. Questo si traduce in un reale beneficio e una concreta sensazione di benessere, è un ottimo aiuto per ridurre gli inestetismi della pelle, sgonfiare le gambe e i piedi, togliere i peli incarniti dovuti all’uso della cera depilatoria e, se usata con costanza, a ridurre la cellulite. La sua efficacia è simile a quella delle spugne di crine, ma non graffia la pelle" La spugna di luffa, inoltre, è "ideale per le pelli delicate perchè ipoallergenica, si può utilizzare per detergere la pelle delicatamente. Inoltre, non essendo trattata con sbiancanti o trattamenti chimici resta naturale al 100%". E prima di buttarla via potete utilizzare questa spugna per lavare le stoviglie più sporche. Leggiamo su Nonsprecare: "Prima di gettare via le spugne di luffa, (posso essere messe in compostiera) una volta usurate, si possono utilizzare per lavare le stoviglie particolarmente sporche utilizzando il suo potere abrasivo"



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti