I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I benefici della spugna di luffa sulla nostra pelle

Come utilizzarla e coltivarla in casa

Pubblicato il 11/03/2015 da Prevenzione a tavola

La luffa è un tipo di verdura coltivata nelle regioni tropicali di tutto il mondo simile alla zucchina. Da qualche tempo a questa parte anche in Italia si sta sperimentando la sua coltivazione in aree più calde come la Sicilia e la Sardegna. Il frutto della luffa, una volta raccolto, viene lasciato essiccare, sbucciato e poi si tolgono i semi e i residui di polpa. Ciò che resta se immerso in acqua si rigonfia, si ammorbidisce e diventa un’ottima spugna biodegradabile, perfetta per la nostra igiene personale.

Spugna di luffa: i benefici sulla nostra pelle


Ma che benefici porta questa spugna alla nostra pelle? Ce lo spiega il blog Naturalmentefarma: "La spugna di luffa ha un’ottima capacità di esfoliare delicatamente la pelle, rimuovendo le cellule morte e contemporaneamente riattivando la microcircolazione sanguigna. Il massaggio effettuato con la Luffa bagnata e insaponata durante la doccia o il bagno produce un vero e proprio “peeling” che facilita il ricambio cellulare rendendo la pelle molto più morbida e liscia. Questo si traduce in un reale beneficio e una concreta sensazione di benessere, è un ottimo aiuto per ridurre gli inestetismi della pelle, sgonfiare le gambe e i piedi, togliere i peli incarniti dovuti all’uso della cera depilatoria e, se usata con costanza, a ridurre la cellulite. La sua efficacia è simile a quella delle spugne di crine, ma non graffia la pelle" La spugna di luffa, inoltre, è "ideale per le pelli delicate perchè ipoallergenica, si può utilizzare per detergere la pelle delicatamente. Inoltre, non essendo trattata con sbiancanti o trattamenti chimici resta naturale al 100%". E prima di buttarla via potete utilizzare questa spugna per lavare le stoviglie più sporche. Leggiamo su Nonsprecare: "Prima di gettare via le spugne di luffa, (posso essere messe in compostiera) una volta usurate, si possono utilizzare per lavare le stoviglie particolarmente sporche utilizzando il suo potere abrasivo"



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cicerchie: tra falsi miti e realtà

In passato ingiustamente demonizzate, oggi le cicerchie sono oggetto di riscoperta

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Corsi - Prevenzione a tavola

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno