I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come usare il bicarbonato di sodio per la cura del corpo

Le sue proprietà antifungine e antisettiche e la sua azione esfoliante ne fanno un ottimo prodotto di bellezza

Pubblicato il 11/03/2015 da Prevenzione a tavola

Il bicarbonato di sodio è un prodotto davvero utile, che non può mancare nelle nostre case. I suoi impieghi sono davvero tanti: sia come rimedio alle punture di insetti, sia per la cura del corpo: è utilizzato come dentifricio, shampoo, collutorio, deodorante, per il pediluvio e per ottenere un effetto emolliente quando ci facciamo il bagno. Ma cos'è che rende la bellezza e il bicarbonato una coppia perfetta? Questa sostanza possiede proprietà antifungine e antisettiche e grazie alla sua azione esfoliante è in grado di rimuovere i calli più insidiosi. Di seguito vi mostriamo i principali utilizzi del bicarbonato di sodio e vi spieghiamo come sfruttarne le potenzialità.

Come usare il bicarbonato di sodio per l'igiene personale


1) Scrub per il viso Dovete semplicemente combinare tre parti di bicarbonato con una parte d’acqua. In questo modo otterrete un ottimo esfoliante per viso e corpo. Dopodiché dovete massaggiare la soluzione sulla pelle in maniera delicata con movimenti circolari e risciacquare. 2) Shampoo Come vi avevamo spiegato in un altro articolo, il bicarbonato Lavare i capelli col bicarbonato dà risultati "favolosi". Margaret Badore, una blogger americana, ha sperimentato questo metodo e, a giudicare dai risultati, ha funzionato. Ha semplicemente mischiato del bicarbonato con dell’acqua e l’ha usato sotto la doccia. Foto sotto: a sinistra Margaret dopo 20 giorni senza usare shampoo. A destra: i suoi capelli dopo aver utilizzato il bicarbonato. 3) Ammorbidire i calli Per ammorbidire i calli dovete versare due cucchiai di bicarbonato in una bacinella d'acqua e aggiungere qualche goccia di olio di lavanda. Dopo aver lasciato i calli a bagno dovete rimuoverli utilizzando una soluzione composta da tre parti di bicarbonato, una parte d'acqua e una parte di zucchero di canna. Dopodiché dovete applicare una crema idratante e un asciugamano caldo. Lasciate a riposare per 5-10 minuti. 4) Bagno Col bicarbonato di sodio otterrete una pelle liscia, morbida e vellutata in quanto è in grado di neutralizzare gli acidi in essa presente e ne rimuoverà gli oli. Vi basterà aggiungerne mezza tazza nell'acqua dove vi farete il bagno. 5) Deodorante Non avrete neanche più bisogno di comprare deodorante! Infatti se applicate una soluzione a base di bicarbonato su piedi e ascelle con le dita o aiutandovi con un piumino da cipria otterrete ottimi. Per preparare questo deodorante fai da te dovete mischiare quattro cucchiai di bicarbonato con dieci gocce del vostro olio essenziale preferito. Dopodiché non vi resterà che applicarlo su piedi e ascelle con uno spazzolino. 6) Sbiancare i denti Ogni mattina dovete semplicemente spargere del bicarbonato nel palmo della mano, intingere su di esso uno spazzolino umido e spazzolare. Dopodiché risciacquate e vi lavate i denti normalmente. * L’uso prolungato di bicarbonato per smacchiare i denti, però, può provocare effetti collaterali come l’abrasione dentale. 7) Punture di insetti e irritazioni Mischiate del bicarbonato con un po' d'acqua e applicatelo sulle zone colpite quando la pelle è ancora umida dopo che vi fate la doccia.

Il bicarbonato di sodio e il sale per pulire il forno


Oltre alla cura del corpo potete usare il bicarbonato (insieme al sale) per pulire il vostro forno, come spiega Nonsprecare: "Il bicarbonato e il sale, uniti insieme, sono invece perfetti in caso di residui di cibo ormai incrostati. Miscelate i due ingredienti, aggiungete un bicchiere d’acqua e passate il composto ottenuto su tutte le pareti del forno. Lasciate agire per circa un’ora e poi risciacquate accuratamente". Forse potrebbe interessarti questo video: Mangiate sushi? Attenti al verme!



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti