I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Aloe vera: come usarla per la cura della pelle

Una pianta dalle eccezionali proprietà curative

Pubblicato il 09/03/2015 da Prevenzione a tavola

Aloe vera: come usarla per la cura della pelle


Molti la coltivano nei propri balconi eppure non conoscono le sue eccezionali proprietà curative. Questa pianta, oltre a svolgere un’azione antiossidante e anti-aging, è un potente antinfiammatorio, molto utile per trattare alcuni problemi cutanei, come piccole ferite o bruciature, senza effetti collaterali gravi. Il suo gel può essere applicato sulle punture d’insetti per alleviare rossore e prurito, è in grado di rimarginare piccole ferite e, se applicato costantemente sulle cicatrici migliora il loro aspetto e queste scompaiono più velocemente Stiamo parlando dell'aloe vera, uno dei migliori rimedi naturali per la cura della nostra pelle, come ci spiega Marta Albè su Greenme:"La sostanza gelatinosa presente all’interno delle foglie presenta infatti spiccate proprietà lenitive e calmanti, adatte a curare rossori, pruriti e screpolature della pelle, ma anche scottature solari ed altre piccole irritazioni. A livello fitoterapico, l’aloe vera viene utilizzata per la preparazione di prodotti venduti sotto forma di succo, dalle proprietà depurative o volte a favorire la digestione.Per i piccoli fastidi della pelle è possibile utilizzare il gel d’aloe vera estratto dalle foglie della piantina in proprio possesso, facendo attenzione a staccarle dalla pianta con la massima delicatezza e ad inciderle in seguito con l’aiuto di un coltello, estraendo ogni volta solamente la quantità di gel d’aloe necessaria e procurandosi quindi un numero di foglie limitato, per non provocare lesioni alla pianta. Per questo raccomando di partire dalle foglie situate più in basso.Se si vuole utilizzare l'aloe vera per la cura della pelle, il consiglio è di coltivarla in maniera biologica, in modo da garantire l'applicazione di un gel d’aloe puro al 100%.Nel video sotto l'autoproduttrice Lucia Cuffaro illustra come utilizzare l'aloe vera per curare l'herpes

L'aloe vera può curare il cancro?


I dati disponibili non sono sufficienti ad affermare che l'aloe vera sia efficace e sicura nelle terapie anticancro. Tuttavia da alcuni studi è emerso che "l'emodina contenuta nelle foglie di Aloe vera, blocca in vitro la crescita delle cellule e stimola l'apoptosi, ovvero il processo di "morte programmata", fondamentale nella lotta contro il cancro perché permette all'organismo di eliminare le cellule tumorali. Alcuni studi in vitro hanno dimostrato in particolare che l'emodina è efficace contro le cellule di tumore di testa-collo e di tumore del fegato", come spiegato sul sito dell'AIRC.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo