I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come eliminare i peli superflui dal viso

La guida di Wikihow

Pubblicato il 06/03/2015 da Prevenzione a tavola

Se da un giorno all'altro notate la crescita di peli sul viso dovete fare qualcosa per eliminarli. In alcuni casi la rimozione dei peli può risultare molto dolorosa, ma lo sarà meno col passare del tempo. Il consiglio per i giovani è di aspettare: quando gli ormoni si calmano i peli scompaiono (o diventano meno visibili) da soli. Ci sono vari metodi per eliminare i peli superflui, noi vi proponiamo una guida di Wikihow che riporta i principali: 1) Pinzette: Togliere i peli con le pinzette è efficace e poco costoso. D'altro canto ci vuole tempo e può essere doloroso in alcune aree più sensibili. 2) Epilatore: Costa tra i 40 e 100 euro e funziona tirando via più peli in contemporanea. Efficace, veloce e relativamente costoso, può tuttavia essere doloroso le prime volte. Come per la ceretta però il dolore diminuisce appena ti abitui alla sensazione. 3) Scoloritura: Spesso chiamata anche decolorazione, è la pratica di scolorire i peli fino a renderli omogenei all'incarnato. In questo modo si notano meno. Il colore che sceglierai sarà basato sul tono della tua pelle. 5) Ceretta: Uno dei metodi più comuni. Il costo dipende da quale parte del viso fai, ma solitamente non è alto. Gli effetti si prolungano per qualche settimana ma è doloroso. E può portare ad una ricrescita sotto pelle. 6) Taglio: Se sei preoccupata delle sopracciglia più che altro, puoi tagliarle invece di toglierle. Tagliare le sopracciglia le rende meno spesso e scure, è facile e di poco costo dato che puoi fartelo da sola a casa. 7) Radere: Ovviamente puoi anche usare un rasoio e radere i peli che trovi sul viso. Mentre non è vero che così ricresceranno più spessi e scuri, lo è il fatto che ti provocherai dei piccoli brufoletti a causa dei peli che cresceranno sotto pelle perciò radi con moderazione e con le giuste precauzioni Fonte: Wikihow



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti