I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ceretta araba: come prepararla in casa

La ceretta naturale indicata per chi ha la pelle delicata e soffre di vene varicose

Pubblicato il 26/02/2015 da Prevenzione a tavola

Si chiama ceretta araba o ceretta al caramello, ed è un ottimo metodo naturale per depilarsi evitando irritazioni alla pelle e danni ai capillari, ma non, purtroppo, dolore. A differenza dei di rasoi e creme depilatorie, la ceretta araba elimina i peli non lascia quelle fastidiose bollicine, ed è migliore, ovviamente, perché i peli cresceranno più lentamente. Si tratta di un metodo usato da sempre in medio oriente (la leggenda vuole che Cleopatra pare usasse questo sistema) ed è una ceretta che si fa utilizzando solamente ingredienti naturali: il miele, lo zucchero e il limone. Grazie all'uso di ingredienti naturali la pelle non si irrita e lo strappo risulta più dolce. Questa ceretta è quindi indicata per chi ha la pelle delicata e soffre di vene varicose.

Ceretta araba: come prepararla e applicarla sulla pelle


Per preparare la ceretta araba dovete far bollire due manciate di zucchero in un mezzo bicchiere d'acqua per qualche minuto. Così facendo si ottiene un caramello dorato al quale andiamo ad aggiungere delle gocce di limone e due cucchiai di miele. Mescolate bene e immergete il preparato in acqua fredda e, una volta tiepido, lavorate con le mani umide fino a ottenere una palla lucida. Dopo aver preparato la ceretta araba, spiega Greenme, "dovete far scorrere la pallina sulle gambe stendendo così la cera e strappate contropelo con decisione! A fine operazione, è sufficiente risciacquarsi. L'unica difficoltà consiste nell'ottenere una giusta consistenza del composto, che deriva da come sono stati scaldati tutti gli ingredienti. Inoltre, la cera fai da te aderisce meno bene ai peli rispetto alla cera calda, per cui bisogna aspettare che i peli siano lunghi almeno 5mm". Guarda il tutorial per preparare una cera di zucchero naturale e indolore per gambe belle



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente