I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

La salsiccia aumenta del 42% il rischio di malattie cardiache

Lo studio dell'Università di Harvard pubblicato su Circulation

Pubblicato il 25/02/2015 da Prevenzione a tavola

La salsiccia aumenterebbe del 42% la probabilità di incorrere in malattie cardiache e circolatorie secondo quanto rilevato da uno studio del 2010 dell'Università di Harvard pubblicato sulla rivista scientifica Circulation. Il consumo di questa carne lavorata, molto amata dagli italiani, può portare altri problemi di salute, come il diabete ad esempio: basta mangiarne 50 grammi al giorno perché aumenti del 19% il rischio di svilupparlo. La salsiccia, secondo questo studio, arrecherebbe più danni al nostro organismo di quanto non facciano altri tipi di carni non trasformate come agnello o maiale. A fare la differenza sarebbero il sale e i conservanti che vengono aggiunti nel processo di lavorazione.

Salsiccia, carne rossa e carni: le raccomandazioni del dottor Berrino


Secondo il dottor Franco Berrino dovremmo evitare del tutto il consumo sia di carni conservate per ridurre il rischio di contrarre tumori. L'epidemiologo, nel video che vi riproponiamo sotto, spiega che ridurre il consumo di carni rosse ed evitare il consumo di carni conservate è "un'affermazione che viene tratta da un enorme lavoro di revisione scientifica della letteratura che è stato promosso dal Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro", e il motivo per cui è stata data questa raccomandazione, spiega Berrino, è che "chi mangia le carni rosse frequentemente si ammala di più di tumori dell'intestino, e anche di tumori dello stomaco". E a provocare questi tipo di cancro sono diversi fattori: "Il sospetto principale è il ferro della carne, che è molto ossidante e quindi favorisce la formazione di sostanze cancerogene nell'intestino, che si chiamano N-nitroso composti. Il ferro della carne si chiama eme". Per le carni bianche invece non ci sono raccomandazioni "perché sono molto meno ricche di ferro e gli studi non hanno mai mostrato un rischio per i tumori", ha detto Berrino, sebbene anche le carni bianche abbiano delle controindicazioni. Guarda il video: Cancro al colon, Berrino: 'Il ferro favorisce formazione tumori'

Salsiccia e carni conservate: le raccomandazioni dell'OMS


Berrino aveva denunciato che sul sito del Ministero della Salute non era stata inserita la raccomandazione dell'OMS sulle carni conservate: “la cosa vergognosa del nostro Ministero della Salute è che nella traduzione italiana che è comparsa sul sito del Ministero della Salute, questa raccomandazione di evitare carni conservate non c’è. Può essere stata una svista o può essere stata una scelta. Io temo che sia stata una scelta per non danneggiare l’industria nazionale. Ma noi con l’industria nazionale dobbiamo lavorare perché facciano dei prodotti migliori“, aveva dichiarato. Sul sito del Ministero della Salute è ora possibile leggere la raccomandazione sulle carni conservate, che potrebbe essere stata aggiunta in seguito, dato che l’ultima modifica risale al 3 dicembre e l’articolo era stato pubblicato lo scorso 15 ottobre. Oltre ad evitare le carni conservate ci sono altre undici raccomandazioni dell'IARC, che riportiamo di seguito: 1) Non fumare. Non fare uso di tabacco 2) Non fumare in casa. Appoggia le politiche contro il fumo sul luogo di lavoro 3) Fai in modo di mantenere il peso corporeo salutare 4) Sii fisicamente attivo tutti i giorni. Limita il tempo che trascorri seduto 5) Segui una dieta sana: mangia principalmente cereali integrali, legumi, verdura e frutta. Limita i cibi ad alto contenuto calorico (cibi con alto contenuto di zuccheri e grassi). Evita le bevande zuccherate. Evita la carne conservata. limita la carne rossa e i cibi ad alto contenuto di sale. 6) Se bevi alcolici, limitane l'assunzione. Per la prevenzione del cancro non è consigliabile bere alcolici 7) Evita lunghe esposizioni al sole, con particolare attenzione ai bambini. Usa le protezioni solari. Non utilizzare lampade solari 8) Sul luogo di lavoro, proteggiti dall'esposizione ad agenti cancerogeni seguendo le istruzioni in merito alla sicurezza. 9) Controlla se in casa sei esposto ad alti livelli di radiazioni radon. Attivati per ridurre i livelli di esposizione al radon 10) Per le donne: l'allattamento riduce il rischio di cancro nella donna. Se puoi, allatta il tuo bambino. La terapia ormonale sostitutiva (HRT) aumenta il rischio di alcuni tipi di cancro. Limita l'uso dell'HRT 11) Assicurati che il tuo bambino sia vaccinato per: Epatite B (per i neonati), Papillomavirus - HPV (per le ragazze) 12) Aderisci ai programmi di screening per: cancro all'intestino (uomini e donne), cancro al seno (donne), cancro alla cervice (donne)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo