I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come rimuovere la muffa dai muri naturalmente

Alcuni rimedi naturali

Pubblicato il 23/02/2015 da Prevenzione a tavola

Come rimuovere la muffa dai muri naturalmente

La muffa è un problema che si ripresenta spesso nelle nostre case. E non è soltanto un problema estetico, perché se la muffa non viene eliminata subito potreste incorrere in problemi ancora più gravi, sia in termini di salute che per i muri della vostra casa. Questa sostanza, che è un fungo pluricellulare, rilascia nell’aria delle tossine che possono causare allergie, asma e problemi respiratori. Ma non preoccupatevi, ci sono infatti diversi metodi, del tutto naturali per rimuovere la muffa dai muri.

I metodi naturali per rimuovere la muffa dai muri

È sempre meglio prevenire che curare, per cui facciamo arieggiare bene le stanze della nostra casa almeno per 5 minuti al giorno, teniamo le serrande aperte di giorno e cerchiamo di mantenere una temperatura stabile in tutta la casa. In questo modo evitiamo che la muffa si formi. Ma veniamo al sodo, come puliamo i muri della nostra casa infestati dalla muffa senza candeggina? Ecco una soluzione tutta naturale, l'antimuffa al Tea Tree Oil

"100 ml di aceto di vino bianco 15 gocce di Tea Tree Oil Il Tea Tree Oil, o olio essenziale di Tea Tree, è tra i più potenti antimuffa naturali. Può essere anche applicato puro, in poche gocce, per trattare in modo localizzato quelle zone in cui la muffa risulta già presente. Per poterlo spruzzare su superfici più ampie, abbinatelo all'aceto di vino bianco, un altro ingrediente dalle spiccate proprietà antimuffa, che vi permetterà di evitare di ricorrere alla candeggina".

Oppure potete provare con del bicarbonato:

"50 grammi di bicarbonato di sodio 10 gocce di Tea Tree Oil 1 cucchiaino di detersivo per i piatti Acqua Unite al bicarbonato il detersivo per i piatti e il Tea Tree Oil. Versate gli ingredienti in una ciotolina e aggiungete acqua a poco a poco, fino ad ottenere una pasta cremosa, facilmente applicabile con la spugna. Ecco pronta una pasta pulente che potrete utilizzare per strofinare le superfici resistenti della casa, così da rimuovere la muffa. Il consiglio è di pretrattare le superfici spruzzando dell'aceto e lasciando agire il più possibile, di risciacquarle e in seguito di strofinarle con la pasta pulente al bicarbonato".

E c'è anche un altro metodo che potete adoperare, l'estratto di semi di pompelmo:

"2 cucchiaini di estratto di semi di pompelmo 2 cucchiaini di olio essenziale di Tea Tree 500 ml d'acqua di rubinetto L'estratto di semi di pompelmo è uno straordinario antimuffa e battericida naturale, che viene potenziato nella propria azione se associato al Tea Tree Oil. Versate tutti gli ingredienti in una bottiglietta d'acqua, preferibilmente con spruzzino. Agitate prima dell'uso e applicate sulle superfici da trattare. Lasciate agire il più possibile e poi strofinate con un panno ruvido così da facilitare la rimozione della muffa".



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero