I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tutti i benefici del sale dell’himalaya

Come preparare una soluzione idrosalina con il sale rosa

Pubblicato il 09/02/2015 da Dolce Senza Zucchero

Nella mia cucina naturale oltre al sale marino integrale, che uso ogni giorno per cucinare, utilizzo anche il sale dell'Himalaya, un tipo di sale naturale particolare. È conosciuto anche come il sale rosa, dato il suo colore, tale nome è dovuto alla grande quantità di minerali presenti, gli stessi 84 presenti nel corpo umano. Ma il motivo principale per cui amiamo molto il sale dell’Himalaya sta nei molteplici benefici per la salute, e soprattutto per il suo ruolo nella promozione di una glicemia stabile.

I benefici del sale dell'hymalaia


Sostiene le funzioni respiratorie: inalare acqua calda in cui hai sciolto un cucchiaio di sale rosa dell’Himalaya può portare sollievo nel caso di raffreddore o sinusite (vedi sotto come preparare la soluzione idrosalina) Supporto all’apparato circolatorio: Perché è assorbito nel flusso sanguigno in modo più efficiente e più efficace di quanto lo sia il sale marino integrale, in piccole dosi aiuta a migliorare la circolazione ed a regolare la pressione Aiuta a ripulire l’organismo dalle tossine in maniera più veloce: fare occasionalmente il bagno con il sale dell’Himalaya aiuta a liberarsi dalle tossine molto più in fretta che con la dieta. E grazie ai minerali disciolti nell’acqua, il nostro organismo viene prontamente rigenerato. Io pratico occasionalmente il bagno con il sale rosa dell’Himalaya, sopratutto durante l’avvicendarsi delle stagioni. Dopo un bel bagno la cosa migliore è quella di rilassarsi o magari andare direttamente a dormire. Continua a leggere: Come preparare una soluzione idrosalina con il sale dell’Himalaya Seguimi su Facebook:



banner basso postfucina





Dolce Senza Zucchero

Dolce Senza Zucchero
Foodblogger

Ho creato il blog di Dolce Senza Zucchero con l’intento di ispirare altre persone a credere che un’alimentazione naturale e biologica sia il primo passo per migliorare la qualità della vita, e che gestire con serenità e portare una malattia autoimmune ad uno stato di equilibrio sia possibile. Il mio rapporto con la cucina naturale sarà per ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali