I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come curare i funghi con l’aglio

Uno studio ha rilevato che funziona più delle medicine

Pubblicato il 03/02/2015 da Prevenzione a tavola

Potrebbe capitare di contrarre la micosi ai piedi, che si verifica quando questi sono infettati da un fungo. La prima cosa da fare è evitare che sorga questo problema lavandosi i piedi accuratamente almeno una volta al giorno e con un buon sapone che non irriti la pelle. Ma questo può non bastare e se ci "prendiamo i funghi" dobbiamo eliminarli in qualche modo. Di seguito vi proponiamo un ottimo rimedio naturale. Come curare i funghi con l'aglio: In questo alimento troviamo ajoene, una sostanza antimicotica che si è risultata efficace nel combattere diverse infezioni, come il piede d'atleta e la candidosi. La dottoressa Lawrence D. Rosen ha fatto notare che gli studi hanno dimostrato che applicando una soluzione di ajoene all'1% per due volte alla settimana per due mesi è possibile curare il piede d'atleta nel 100% dei casi. Il "Lamisil" invece presenta un tasso di cura del 94% di una soluzione all'1%, secondo quanto rilevato da una ricerca pubblicata sul Journal of the American Academy of Dermatology. Le soluzioni di ajoene non si trovano nei negozi, ma si possono facilmente preparare tritando finemente alcuni spicchi d'aglio, e inserendoli in una bacinella con dell'acqua calda. Qui immergeremo i piedi per mezz'ora. Altrimenti possiamo anche mescolare l'aglio appena tritato con dell'olio di oliva per poi strofinarlo sulle aree dei piedi colpite con del cotone. Gli effetti collaterali dell'aglio non sono molto comuni e generalmente hanno scarsi effetti. Alcune persone tuttavia potrebbero sviluppare allergie.

Come curare i funghi con l'aglio: l'infuso con i chiodi di garofano


Leggiamo su Inerboristeria: "Si utilizza anche come infuso preparato con aglio, olio e 4 chiodi di garofano schiacciati, applicandolo sulla pelle per due o tre volte al giorno (dopo la preparazione, lasciarlo riposare a temperatura ambiente per tre giorni, poi filtrare; va conservato in frigorifero fino ad un massimo di 6 mesi)."



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Corsi - Prevenzione a tavola

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Corsi - Prevenzione a tavola

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute