I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Sapete perché i Pavesini sono così buoni?

Quasi il 50% del peso del prodotto è costituito da zucchero

Pubblicato il 29/12/2014 da Chiara Cevoli

Lo snack preferito da moltissime persone: i Pavesi. Spesso utilizzati (e consigliati) come spuntino quando si sta a dieta perché contengono meno delle fatidiche 100 calorie. È diventata un’ossessione questa delle calorie, tutti preoccupati a contarle, tenerne sempre conto, ma spesso sfugge la cosa più importante: cosa c’è dentro? Come è fatto? Fa bene o fa male? Sono queste le domande principali da porsi quando decidiamo cosa mangiare.

Cosa c’è dentro i Pavesini?

Ingredienti: Zucchero 49,2%, farina di frumento, uova fresche 23,5%, agenti lievitanti (carbonato acido d'ammonio, carbonato acido di sodio), zucchero caramellato, aromi.

tab

Sapete perché i Pavesini sono così buoni? Perché sono fatti di zucchero. Quasi il 50% del peso del prodotto è proprio dato da questo ingrediente: un pacchetto da 25 gr contiene 12,3 gr di zucchero, in pratica un cucchiaio abbondante. In realtà anche un po’ di più perché oltre allo zucchero semplice, i Pavesini contengono anche zucchero caramellato: consideriamo quindi un cucchiaio e mezzo a pacchetto. Vediamo, per confronto, i valori nutrizionali di una mela media (circa 150 gr)

tab2

Nonostante pesi 6 volte di più rispetto ad un pacchetto di Pavesini, una mela contiene meno calorie, meno grassi, meno carboidrati, più fibre e una buona quantità di acqua (che si fa sempre un po’ fatica a bere). Non dimentichiamo vitamine, minerali e altri compost benefici di cui la frutta è ricca. Quindi se stiamo a dieta e non possiamo fare a meno di contare ossessivamente le calorie ingerite, una mela ne fa risparmiare circa 30. Ma come detto sopra, non è così importante il singolo sterile numero che ci indica quante calorie contiene la porzione di cibo che stiamo per mangiare.

A parità di peso di una mela media (150 gr), i Pavesini forniscono ben 592,5 Kcal: non sono perciò uno snack ipocalorico, l’esatto contrario, sono uno snack ipercalorico. Il trucco sta nel peso: 25 miseri grammi per porzione. Tenete presente che queste merende non hanno un potere saziante particolarmente elevato per 2 ragioni principali:

1. Il misero peso della porzione (25 gr)

2. L’elevata quantità di zuccheri che contengono causano poco tempo dopo la loro ingestione un abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue: segnale questo che il corpo legge come bisogno di cibo, come fame, costringendovi a mangiare ancora e ancora. La buona quantità di fibre contenute nelle mele, ma nella frutta in generale, aiutano al contrario, a farci sentire più sazi, impediscono l’abbassamento degli zuccheri nel sangue e apportano molti benefici al nostro apparato digerente. Fate la spesa dai contadini non al supermercato!

Seguimi su Facebook



banner basso postfucina





Chiara Cevoli

Chiara Cevoli
Biologa Nutrizionista

Laureata in Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica presso l'Università di Roma La Sapienza nel 2009 con lode, mi sono da subito interessata alla tematica dell'alimentazione frequentando diversi corsi e collaborando in alcuni Ospedali del Lazio come volontaria. Negli anni successivi è quindi iniziata la mia attività come Biologo Nutrizionista ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Corsi - Prevenzione a tavola

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?