I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Radon, il gas radioattivo presente nelle nostre case

Si stima che 3.000 persone muoiano ogni anno in Italia a causa di questo gas

Pubblicato il 12/12/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Radon, il gas radioattivo presente nelle nostre case


Non se ne fa un gran parlare, ma all'interno delle nostre case è presente il radon, un gas radioattivo naturale che viene continuamente generato dalla crosta terrestre, ma che può causare danni al nostro organismo. Ci sono studi che hanno dimostrato che questo gas aumenta in maniera significativa il rischio di tumore ai polmoni e si stima che circa 20.000 persone muoiono ogni anno in Europa di tumore ai polmoni provocato dal radon, di cui più di 3.000 solo in Italia. Per questo motivo l'IARC ha inserito la riduzione dei livelli di radon in casa fra le 12 raccomandazioni del nuovo Codice europeo contro il Cancro, che raccoglie 12 consigli per la prevenzione del cancro basati sulle migliori evidenze scientifiche disponibili.

Radon e sostanze cancerogene: le raccomandazioni dell'IARC spiegate dal dottor Berrino


Abbiamo intervistato il dottor Franco Berrino in merito al nuovo Codice europeo contro il cancro e ha elencato una serie di sostanze potenzialmente nocive presenti sia in casa, come il radon, e nei luoghi di lavoro: "È importante sottolineare che le raccomandazioni del Codice europeo contro il Cancro sono delle raccomandazioni per la prevenzioni dei tumori. C'è una raccomandazione per rispettare le indicazioni protettive sui luoghi di lavoro, perché ancora esistono le esposizioni a sostanze cancerogene nell'ambiente di lavoro. È molto importante che chiunque faccia qualunque lavoro sia a conoscenza delle sostanze chimiche che ci sono nel suo ambiente di lavoro e se queste sostanze chimiche sono cancerogene o meno". Berrino ha aggiunto che "c'è una raccomandazione sul radon, un gas radioattivo che viene emesso dalle pietre da costruzione, anche dal cemento e che si può concentrare nelle nostre ed è responsabile di tumori del polmone. Si somma l'effetto del tabacco, ma anche nei non fumatori aumenta il rischio di cancro del polmone e si può misurare la concentrazione di radon nelle abitazioni. Quanto più teniamo chiuse bene le finestre ermeticamente per risparmiare sul riscaldamento, tanto meno è ventilato l'appartamento, tanto maggiore è la concentrazione di radon".

Sotto: le vie d'ingresso e uscita del radon in un'abitazione


radon

Radon, la guida del Ministero della Salute


In una guida redatta dall’Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del lavoro (ISPESL) e disponibile sul sito del Ministero della Salute viene spiegato che "ventilando si ottiene subito un certo miglioramento. Oltre 1000 Bq/m3 le probabilità di successo sono però modeste. Ventilare comporta una notevole perdita di calore, per cui tale misura può essere considerata unicamente come un accorgimento provvisorio". Sigillare le vie d’ingresso, si legge sulla guida, "apparentemente rappresenta il metodo più semplice e più indicato per combattere il radon. In realtà, soprattuttovin caso di valori di radon elevati (oltre 1000 Bq/m3), i risultati della sigillatura sono spesso incerti e da soli insufficienti a risolvere il problema".Iscriviti a questo gruppo se ti interessano notizie di salute e alimentazione

Fonti: La Stampa; La Fucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero