I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Radon, il gas radioattivo presente nelle nostre case

Si stima che 3.000 persone muoiano ogni anno in Italia a causa di questo gas

Pubblicato il 12/12/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Radon, il gas radioattivo presente nelle nostre case


Non se ne fa un gran parlare, ma all'interno delle nostre case è presente il radon, un gas radioattivo naturale che viene continuamente generato dalla crosta terrestre, ma che può causare danni al nostro organismo. Ci sono studi che hanno dimostrato che questo gas aumenta in maniera significativa il rischio di tumore ai polmoni e si stima che circa 20.000 persone muoiono ogni anno in Europa di tumore ai polmoni provocato dal radon, di cui più di 3.000 solo in Italia. Per questo motivo l'IARC ha inserito la riduzione dei livelli di radon in casa fra le 12 raccomandazioni del nuovo Codice europeo contro il Cancro, che raccoglie 12 consigli per la prevenzione del cancro basati sulle migliori evidenze scientifiche disponibili.

Radon e sostanze cancerogene: le raccomandazioni dell'IARC spiegate dal dottor Berrino


Abbiamo intervistato il dottor Franco Berrino in merito al nuovo Codice europeo contro il cancro e ha elencato una serie di sostanze potenzialmente nocive presenti sia in casa, come il radon, e nei luoghi di lavoro: "È importante sottolineare che le raccomandazioni del Codice europeo contro il Cancro sono delle raccomandazioni per la prevenzioni dei tumori. C'è una raccomandazione per rispettare le indicazioni protettive sui luoghi di lavoro, perché ancora esistono le esposizioni a sostanze cancerogene nell'ambiente di lavoro. È molto importante che chiunque faccia qualunque lavoro sia a conoscenza delle sostanze chimiche che ci sono nel suo ambiente di lavoro e se queste sostanze chimiche sono cancerogene o meno". Berrino ha aggiunto che "c'è una raccomandazione sul radon, un gas radioattivo che viene emesso dalle pietre da costruzione, anche dal cemento e che si può concentrare nelle nostre ed è responsabile di tumori del polmone. Si somma l'effetto del tabacco, ma anche nei non fumatori aumenta il rischio di cancro del polmone e si può misurare la concentrazione di radon nelle abitazioni. Quanto più teniamo chiuse bene le finestre ermeticamente per risparmiare sul riscaldamento, tanto meno è ventilato l'appartamento, tanto maggiore è la concentrazione di radon".

Sotto: le vie d'ingresso e uscita del radon in un'abitazione


radon

Radon, la guida del Ministero della Salute


In una guida redatta dall’Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del lavoro (ISPESL) e disponibile sul sito del Ministero della Salute viene spiegato che "ventilando si ottiene subito un certo miglioramento. Oltre 1000 Bq/m3 le probabilità di successo sono però modeste. Ventilare comporta una notevole perdita di calore, per cui tale misura può essere considerata unicamente come un accorgimento provvisorio". Sigillare le vie d’ingresso, si legge sulla guida, "apparentemente rappresenta il metodo più semplice e più indicato per combattere il radon. In realtà, soprattuttovin caso di valori di radon elevati (oltre 1000 Bq/m3), i risultati della sigillatura sono spesso incerti e da soli insufficienti a risolvere il problema". Iscriviti a questo gruppo se ti interessano notizie di salute e alimentazione

Fonti: La Stampa; La Fucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo