I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ecco la mia ricetta anticancro

La dottoressa guarita dal cancro nel giro di poche settimane

Pubblicato il 11/12/2014 da Prevenzione a tavola

Odile Fernández è un medico di Granara. Nel 2010 si ammalò di cancro alle ovaie con metastasi e grazie ad un mix di chemioterapia e cambiamento di abitudini alimentari è riuscita a guarire. La dottoressa spagnola ha poi raccontato la sua esperienza nel libro "La mia ricetta anticancro", nel quale spiega che "è ormai scientificamente dimostrato che, oltre a quelle convenzionali e allopatiche, esistono molte altre terapie che si possono seguire per curare e prevenire i tumori. Voglio fartele conoscere. Ti parlerò soltanto delle terapie approvate dalla scienza − non sono una ciarlatana e non ti darò false speranze − ma se ha funzionato per me, perché non dovrebbe aiutare anche te? A tre anni dalla guarigione mi sento piena di energie e voglia di vivere. Desidero continuare a gustarmi i piccoli piaceri della vita, e voglio che tu faccia lo stesso, anche se ora sei malato e vedi tutto nero." La Fernández racconta anche che nel giro di poche settimane è riuscita a guarire: "Mi sottoposi alla prima seduta il 17 novembre 2010 e da quel momento presi a seguire un nuovo piano sia alimentare sia di attività fisica giornaliera, provai terapie naturali mirate a farmi raggiungere la serenità mentale, cominciai a meditare, insomma, diventai parte attiva nella mia guarigione. E da quello stesso giorno iniziai a sentire che le metastasi, ancora palpabili, diventavano man mano più piccole e sparivano. Il tutto nel giro di poche settimane. Sembra incredibile un tempo così breve, eppure è vero, e lo possono testimoniare le persone che avevano osservato e palpato quelle metastasi con me. So che una guarigione così rapida non capita di frequente, anzi, ci sono pochi casi come il mio, e non voglio indurti a pensare che se fai come me sconfiggerai sicuramente il cancro, ma sono convinta che se mangi bene, fai attività fisica e hai la mente serena, sarai in grado di sopportare molto meglio la malattia e le terapie saranno molto più efficaci che se decidi di rimanere seduto sul divano a vedere cosa succede." Ciò che ha portato benefici al medico spagnolo potrebbe non essere altrettanto benefico per gli altri pazienti, ma "sicuramente ti guiderà nel tuo cammino verso la guarigione. In questa malattia ognuno segue un proprio percorso. Io ti ho raccontato la mia esperienza, che senz’altro sarà molto diversa dalla tua, perché desidero di cuore esserti utile", scrive la dottoressa. Sul suo blog Misrecetasanticancer.com si possono trovare, in lingua spagnola, decine di ricette anticancro della Fernández. Vediamo alcuni consigli: "Si ad agrumi, cioccolato, pesce, mele, frutti di bosco, pesche, broccolo, semi, cipolla, olio d'oliva, curcuma e tè verde. No a carne rossa, zuccheri, latte, burro e margarina, prodotti raffinati, alimenti abbrustoliti. Si a cibi consumati crudi, o cotti a vapore, no a frittura, microonde, griglia. Conta però anche, sostiene l'autrice, supportata nel ragionamento da centinaia di studi e ricerche scientifiche riportate in bibliografia, i materiali in cui conservarli e in cui cucinarli. Ad esempio la pentola a pressione, così come le cotture in forno ad elevate temperature, favoriscono, oltre alla perdita di sostanze nutrienti anche la produzione di sostanze tossiche come le ammine eterocicliche. No a teflon, alluminio e plastiche, sì a ceramica, vetro e silicone." Iscriviti a questo gruppo se ti interessano notizie di salute e alimentazione

Per approfondire



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Corsi - Prevenzione a tavola

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

Corsi - Prevenzione a tavola

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?

Alla scoperta del topinambur, l’ortaggio che vi cambierà la vita

Il topinambur combina proprietà diuretiche con doti benefiche per abbassare la glicemia