I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Carni conservate: la rivelazione del dottor Berrino

La raccomandazione che era assente dal sito del Ministero

Pubblicato il 11/12/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Carni conservate: la rivelazione del dottor Berrino

Il dottor Franco Berrino ha partecipato alla stesura del nuovo codice europeo anticancro, un'iniziativa della commissione europea per migliorare lo stile di vita dei cittadini in modo da ridurre il rischio di contrarre tumori. Si stima che se si seguissero questi consigli l'incidenza dei tumori nella popolazione europea verrebbe più che dimezzata. Il lavoro è stato svolto dall'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), un organo dell'OMS, e il dottor Berrino ha partecipato al gruppo di lavoro sull'alimentazione. Sono 12 i "pilastri della prevenzione", basati sulle migliori evidenze scientifiche disponibili, e uno di questi è quello di evitare le carni conservate, che in Italia, ci ha spiegato il dottor Berrino, significa "evitare i salumi", perché sono legati ai tumori dell'intestino, ai tumori dell'esofago, con un meccanismo complesso ma che deriva soprattutto dalla ricchezza di ferro di queste carni.

Carni conservate: il caso del sito del Ministero della Salute

Il dottor Berrino ha anche detto che "la cosa vergognosa del nostro Ministero della Salute è che nella traduzione italiana che è comparsa sul sito del Ministero della Salute, questa raccomandazione di evitare carni conservate non c'è. Può essere stata una svista o può essere stata una scelta. Io temo che sia stata una scelta per non danneggiare l'industria nazionale. Ma noi con l'industria nazionale dobbiamo lavorare perché facciano dei prodotti migliori". Sul sito del Ministero della Salute ora è possibile leggere la raccomandazione sulle carni conservate, che potrebbe essere stata aggiunta in seguito, dato che l'ultima modifica risale al 3 dicembre e l'articolo era stato pubblicato lo scorso 15 ottobre. Oltre ad evitare le carni conservate ci sono altre undici raccomandazioni dell'IARC, che riportiamo di seguito:

1) Non fumare. Non fare uso di tabacco

2) Non fumare in casa. Appoggia le politiche contro il fumo sul luogo di lavoro

3) Fai in modo di mantenere il peso corporeo salutare

4) Sii fisicamente attivo tutti i giorni. Limita il tempo che trascorri seduto

5) Segui una dieta sana: mangia principalmente cereali integrali, legumi, verdura e frutta. Limita i cibi ad alto contenuto calorico (cibi con alto contenuto di zuccheri e grassi). Evita le bevande zuccherate. Evita la carne conservata. limita la carne rossa e i cibi ad alto contenuto di sale.

6) Se bevi alcolici, limitane l'assunzione. Per la prevenzione del cancro non è consigliabile bere alcolici

7) Evita lunghe esposizioni al sole, con particolare attenzione ai bambini. Usa le protezioni solari. Non utilizzare lampade solari

8) Sul luogo di lavoro, proteggiti dall'esposizione ad agenti cancerogeni seguendo le istruzioni in merito alla sicurezza.

9) Controlla se in casa sei esposto ad alti livelli di radiazioni radon. Attivati per ridurre i livelli di esposizione al radon

10) Per le donne: l'allattamento riduce il rischio di cancro nella donna. Se puoi, allatta il tuo bambino. La terapia ormonale sostitutiva (HRT) aumenta il rischio di alcuni tipi di cancro. Limita l'uso dell'HRT

11) Assicurati che il tuo bambino sia vaccinato per: Epatite B (per i neonati), Papillomavirus - HPV (per le ragazze)

12) Aderisci ai programmi di screening per: cancro all'intestino (uomini e donne), cancro al seno (donne), cancro alla cervice (donne)

Fonti: Ministero della Salute



banner basso postfucina







  • Segui TV:


NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti