I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

La verità sulla graviola, il frutto che uccide le cellule tumorali

Ma può avere effetti collaterali

Pubblicato il 02/12/2014 da Prevenzione a tavola

La verità sulla graviola, il frutto che uccide le cellule tumorali


Su molti siti si possono leggere articoli sui presunti effetti curativi della graviola, un estratto di una pianta tropicale, l'annona muricata, diffusa nelle foreste pluviali di Africa, America del sud e Sudest asiatico. Perciò l'AIRC, l'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, ha voluto rispondere alla domanda se sia possibile curare il cancro con la graviola? La risposta è no, "le affermazioni sul possibile effetto anticancro degli estratti e derivati di graviola non hanno alcuna base scientifica", si legge sul sito dell'associazione. È vero però che le acetogenine annonacee, che sono gli ingredienti attivi del frutto in questione, sono state in grado di uccidere cellule tumorali in esperimenti preliminari. Tuttavia le acetogenine annonacee possono anche provocare danni significativi al sistema nervoso.

La verità sulla graviola: può avere effetti collaterali


Tra i popoli delle zone della Terra dove la graviola cresce in modo naturale "frutti, corteccia, foglie e radici di questa pianta sono usati nella preparazione di rimedi tradizionali per combattere infezioni virali e parassitarie, reumatismi, artrite e depressione, e alcune ricerche hanno confermato che alcuni estratti di graviola possono avere qualche effetto positivo in queste malattie, con però notevoli effetti collaterali. Per quanto riguarda il cancro, invece, non esiste alcuna dimostrazione di efficacia né di sicurezza", spiega l'AIRC. Si tratta di studi preliminari: "come spesso accade con le pseudocure, alla base di questa idea c'è un'ipotesi scientifica, che però per il momento è molto preliminare, e potrebbe nascondere rischi significativi. In anni recenti, alcuni studi di laboratorio hanno infatti osservato che gli estratti di graviola hanno la capacità di uccidere cellule di tumore - in particolare del pancreas, del fegato e della mammella - coltivate in vitro. Il dato è stato pubblicato su riviste scientifiche, e in teoria potrebbe aprire la strada a ulteriori ricerche. Queste dovranno però verificare se i risultati osservati in laboratorio - in cellule di tumore e non in organismi complessi come il corpo umano - sono trasferibili anche ai malati, e controllare che non comportino rischi di rilievo per la salute. In Guadalupa il consumo tradizionale delle acetogenine annonacee derivate dalla graviola è stato associato a danni significativi del sistema nervoso, con un aumento di rischio di una forma atipica di malattia di Parkinson"." Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Fonte: AIRC



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente