I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Bacche di Goji, un ottimo antiossidante

Tutti i benefici e tre idee per consumare le Bacche di Goji

Pubblicato il 01/12/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Bacche di Goji, un ottimo antiossidante

Non tutti conoscono le bacche di Goji, che sono il frutto di una pianta che cresce in maniera spontanea in Oriente e ne esistono diverse specie, circa 80 famiglie. Queste bacche sono un'ottima fonte di vitamina C, ne contengono, infatti, più delle arance e sono considerate dei super antiossidanti naturali: una sola dose di circa 15 bacche di Goji ha una capacità antiossidante superiore a 15 blocchi. Inoltre questo frutto contiene 4 polisaccaridi bioattivi (LPB1, LPB2, LPB3, LPB4), che sono in grado di "attivare il sistema immunitario e renderlo abile nel distinguere tra cellule sane e cellule malate, soprattutto nelle patologie degenerative, come cancro e Alzheimer", spiega il sito Macrolibrarsi.it.

IN ALTO LA DOTTORESSA SPIEGA LE PROPRIETÀ DELLE BACCHE DI GOJI

Bacche di Goji, le quantità giuste e i 3 modi per gustarle

Il sito della Lega Tumori consiglia di non consumare più di 15 grammi al giorno di bacche di Goji, in quanto se assunto in quantità superiori, questo frutto può provocare effetti collaterali. I benefici che porta sono: il rafforzamento delle difese immunitarie, gli effetti antiossidanti, lo svolgersi di un'azione energizzante il miglioramento della memoria e della concentrazione, la protezione della vista, il miglioramento della funzionalità intestinale. Ultimo e assolutamente da non sottovalutare: questo frutto svolge una potente attività anti cancro. È bene ricordare che se le bacche di Goji vengono assunte in quantità eccessive possono causare i seguenti effetti collaterali:vdiarrea e crampi addominali di diversa entità; crisi respiratorie, nausea, orticaria e capogiri nei soggetti allergici al polline; secchezza della bocca e diminuzione della secrezione salivare; stipsi, riduzione della minzione, midriasi; graduale offuscamento della vista, tachicardia per la presenza di atropina.

Veniamo ora ai modi per consumare queste bacche miracolose.

Il primo è l'insalata depurativa:

"Le bacche di Goji si possono gustare in insalata. Per 2 persone servono 2 tazze di riso integrale, mezza tazza di bacche di Goji, 3 tazze di foglie di spinaci, una tazza di piselli, 2 barbabietole, una tazza di fagioli bio, 300 grammi di petto di pollo tagliato a cubetti. I vari ingredienti devono essere già cotti, a esclusione delle bacche. Si mescolano riso, fagioli, bacche di Goji e piselli e si aggiunge un po' di sale e di olio. In un piatto si dispongono le foglie di spinaci e, sopra, si dispongono il petto di pollo, le barbabietole a fettine e il mix di riso, piselli e bacche."

Poi c'è il frullato rinforzante

"Basta procurarsi una tazza di bacche di Goji, una di mirtilli, una di more, lamponi, ribes e una mela. Si frullano tutti i frutti e poi si aggiunge a piacere latte di soia o succo d'arancia. Si mescola delicatamente e si completa con una spolverata di cannella o di cacao amaro bio in polvere. La bevanda ottenuta è un portentoso antiossidante naturale, straricco di vitamine e minerali: l'ideale è gustarlo come merenda o sostituirlo di tanto in tanto alla colazione del mattino."

E infine la a tisana antiage:

"È infine possibile assumere le bacche di Goji in tisana. Quando l'acqua bolle si aggiunge una manciata di bacche, si fa bollire pochi minuti, poi si dolcifica con zucchero di canna bio. Invece della semplice acqua si può amplificare l'azione antiossidante del Goji utilizzando come base per la tisana il tè verde, senza dimenticare di mangiare anche le bacche, oltre a bere l'infuso."

Fonti: Lega Tumori; Macrolibrarsi.it; Tantasalute.it



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero