I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Bacche di Goji, un ottimo antiossidante

Tutti i benefici e tre idee per consumare le Bacche di Goji

Pubblicato il 01/12/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Bacche di Goji, un ottimo antiossidante

Non tutti conoscono le bacche di Goji, che sono il frutto di una pianta che cresce in maniera spontanea in Oriente e ne esistono diverse specie, circa 80 famiglie. Queste bacche sono un'ottima fonte di vitamina C, ne contengono, infatti, più delle arance e sono considerate dei super antiossidanti naturali: una sola dose di circa 15 bacche di Goji ha una capacità antiossidante superiore a 15 blocchi. Inoltre questo frutto contiene 4 polisaccaridi bioattivi (LPB1, LPB2, LPB3, LPB4), che sono in grado di "attivare il sistema immunitario e renderlo abile nel distinguere tra cellule sane e cellule malate, soprattutto nelle patologie degenerative, come cancro e Alzheimer", spiega il sito Macrolibrarsi.it.

IN ALTO LA DOTTORESSA SPIEGA LE PROPRIETÀ DELLE BACCHE DI GOJI

Bacche di Goji, le quantità giuste e i 3 modi per gustarle

Il sito della Lega Tumori consiglia di non consumare più di 15 grammi al giorno di bacche di Goji, in quanto se assunto in quantità superiori, questo frutto può provocare effetti collaterali. I benefici che porta sono: il rafforzamento delle difese immunitarie, gli effetti antiossidanti, lo svolgersi di un'azione energizzante il miglioramento della memoria e della concentrazione, la protezione della vista, il miglioramento della funzionalità intestinale. Ultimo e assolutamente da non sottovalutare: questo frutto svolge una potente attività anti cancro. È bene ricordare che se le bacche di Goji vengono assunte in quantità eccessive possono causare i seguenti effetti collaterali:vdiarrea e crampi addominali di diversa entità; crisi respiratorie, nausea, orticaria e capogiri nei soggetti allergici al polline; secchezza della bocca e diminuzione della secrezione salivare; stipsi, riduzione della minzione, midriasi; graduale offuscamento della vista, tachicardia per la presenza di atropina.

Veniamo ora ai modi per consumare queste bacche miracolose.

Il primo è l'insalata depurativa:

"Le bacche di Goji si possono gustare in insalata. Per 2 persone servono 2 tazze di riso integrale, mezza tazza di bacche di Goji, 3 tazze di foglie di spinaci, una tazza di piselli, 2 barbabietole, una tazza di fagioli bio, 300 grammi di petto di pollo tagliato a cubetti. I vari ingredienti devono essere già cotti, a esclusione delle bacche. Si mescolano riso, fagioli, bacche di Goji e piselli e si aggiunge un po' di sale e di olio. In un piatto si dispongono le foglie di spinaci e, sopra, si dispongono il petto di pollo, le barbabietole a fettine e il mix di riso, piselli e bacche."

Poi c'è il frullato rinforzante

"Basta procurarsi una tazza di bacche di Goji, una di mirtilli, una di more, lamponi, ribes e una mela. Si frullano tutti i frutti e poi si aggiunge a piacere latte di soia o succo d'arancia. Si mescola delicatamente e si completa con una spolverata di cannella o di cacao amaro bio in polvere. La bevanda ottenuta è un portentoso antiossidante naturale, straricco di vitamine e minerali: l'ideale è gustarlo come merenda o sostituirlo di tanto in tanto alla colazione del mattino."

E infine la a tisana antiage:

"È infine possibile assumere le bacche di Goji in tisana. Quando l'acqua bolle si aggiunge una manciata di bacche, si fa bollire pochi minuti, poi si dolcifica con zucchero di canna bio. Invece della semplice acqua si può amplificare l'azione antiossidante del Goji utilizzando come base per la tisana il tè verde, senza dimenticare di mangiare anche le bacche, oltre a bere l'infuso."

Fonti: Lega Tumori; Macrolibrarsi.it; Tantasalute.it



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali