I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

47 morti per peste in Madagascar

La malattia che è tornata a uccidere

Pubblicato il 26/11/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

47 morti per peste in Madagascar


Più di 40 persone sono morte in Madagascar per aver contratto la peste bubbonica e l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato l'allarme: la piaga minaccia la capitale del paese Antananarivo. Il bilancio dei morti ha raggiunto quota 47, secondo i dati diffusi da Philemon Tafangy ministro della Salute dell'isola africana, mentre il numero di casi sospetti si è attestato a 138. Il primo caso fu riportato nel villaggio di Soamahatamana: si trattava di un uomo poi morto il 3 settembre. Il 4 novembre scorso il ministero della Salute malgascio ha informato l'OMS dello scoppia dell'epidemia di peste in Madagascar. Da allora sono stati riportati decine di casi in tutta l'isola, una parte dei quali è di forma polmonare.

47 morti per peste in Madagascar: la malattia arriva nella capitale


I morti per peste in Madagascar sono 47 e nelle campagne del paese la malattia è endemica. Inoltre la peste è ora arrivata anche nella capitale Antananarivo, causando un innalzamento dell'allarme anche da parte dell'OMS. L'ANSA riporta che "una giovane donna é morta lo scorso 11 novembre in una bidonville della capitale, metropoli di oltre due milioni di abitanti. E il numero complessivo delle persone contagiate quest'anno è salito a 138. 47 malati sono deceduti". L'Oms ha avvertito che "a questo punto esiste il rischio di una rapida diffusione della malattia", a causa della "alta densità della popolazione nella città e la debolezza e le falle del sistema sanitario del Paese". Leggiamo su Ansa.it: "Il bilancio, affermano dal canto loro le autorità locali, potrebbe diventare molto più pesante anche per la "recrudescenza stagionale" che ogni anno si verifica "tra ottobre e marzo". Il bacillo della peste, che si sviluppa nei ratti, viene poi veicolato dalle pulci. Nell'uomo che è stato punto da una pulce la malattia si sviluppa di solito in forma bubbonica: se il batterio colpisce i polmoni, provoca anche la polmonite e si può trasmettere per via aerea quando il malato tossisce. Diagnosticata in tempo, la peste bubbonica si cura con antibiotici. Ma la forma polmonare, che è una delle malattie infettive più letali, può portare alla morte in sole 24 ore."Fonti: RT.com; ANSAHai Facebook? Condividi questa foto se sei d'accordo



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo