I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

47 morti per peste in Madagascar

La malattia che è tornata a uccidere

Pubblicato il 26/11/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

47 morti per peste in Madagascar


Più di 40 persone sono morte in Madagascar per aver contratto la peste bubbonica e l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato l'allarme: la piaga minaccia la capitale del paese Antananarivo. Il bilancio dei morti ha raggiunto quota 47, secondo i dati diffusi da Philemon Tafangy ministro della Salute dell'isola africana, mentre il numero di casi sospetti si è attestato a 138. Il primo caso fu riportato nel villaggio di Soamahatamana: si trattava di un uomo poi morto il 3 settembre. Il 4 novembre scorso il ministero della Salute malgascio ha informato l'OMS dello scoppia dell'epidemia di peste in Madagascar. Da allora sono stati riportati decine di casi in tutta l'isola, una parte dei quali è di forma polmonare.

47 morti per peste in Madagascar: la malattia arriva nella capitale


I morti per peste in Madagascar sono 47 e nelle campagne del paese la malattia è endemica. Inoltre la peste è ora arrivata anche nella capitale Antananarivo, causando un innalzamento dell'allarme anche da parte dell'OMS. L'ANSA riporta che "una giovane donna é morta lo scorso 11 novembre in una bidonville della capitale, metropoli di oltre due milioni di abitanti. E il numero complessivo delle persone contagiate quest'anno è salito a 138. 47 malati sono deceduti". L'Oms ha avvertito che "a questo punto esiste il rischio di una rapida diffusione della malattia", a causa della "alta densità della popolazione nella città e la debolezza e le falle del sistema sanitario del Paese". Leggiamo su Ansa.it: "Il bilancio, affermano dal canto loro le autorità locali, potrebbe diventare molto più pesante anche per la "recrudescenza stagionale" che ogni anno si verifica "tra ottobre e marzo". Il bacillo della peste, che si sviluppa nei ratti, viene poi veicolato dalle pulci. Nell'uomo che è stato punto da una pulce la malattia si sviluppa di solito in forma bubbonica: se il batterio colpisce i polmoni, provoca anche la polmonite e si può trasmettere per via aerea quando il malato tossisce. Diagnosticata in tempo, la peste bubbonica si cura con antibiotici. Ma la forma polmonare, che è una delle malattie infettive più letali, può portare alla morte in sole 24 ore." Fonti: RT.com; ANSA Hai Facebook? Condividi questa foto se sei d'accordo



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Corsi - Prevenzione a tavola

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Corsi - Prevenzione a tavola

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina