I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Trivelle hanno ‘effetti devastanti sull’ecosistema’

L'allarme lanciato dagli scienziati

Pubblicato il 25/11/2014 da Prevenzione a tavola

Trivelle hanno 'effetti devastanti sull'ecosistema'


Le trivelle volute dal governo Renzi possono avere "effetti devastanti sull'ecosistema". È l'allarme lanciato da un gruppo di scienziati dell'Università di Lecce, ai quali si è unito un pool di legali con un documento politico firmato da sindaci, consiglieri comunali e parlamentari del Salento. Secondo i ricercatori è inevitabile che la tecnica air gun danneggi gli ecosistemi marini. Infatti nelle aree dell'Oceano Atlantico dove sono state effettuate indagini con questa tecnica è stata riscontrata una "morìa del pescato, a partire dalle forme giovanili, pari al 50%". Le zone per le quali è stato richiesto di investigare sulla presenza di idrocarburi sono una di 4.030 km che si trova nella Zona Marina "F", nel Golfo di Taranto. E due aree a largo di Leuca, di 749 e 744 km quadrati.

Trivelle hanno 'effetti devastanti sull'ecosistema'


Resta poco meno di un mese per opporsi alla richiesta di effettuare indagini sulla presenza di idrocarburi con le trivelle di Global Med (21 dicembre), e poco più per quella di Schlumberger (5 gennaio): "Per questo leccesi, brindisini e tarantini hanno fatto fronte comune, come dimostra la presenza dei vicepresidenti delle Province di Brindisi e Taranto (Francesco Locorotondo e Gianni Azzaro) al vertice convocato dal collega leccese Antonio Gabellone. Perché le richieste inoltrate al ministero dell'Ambiente riguardano anche i vicini di provincia, 24 comuni pugliesi nel caso della Schlumberger Italiana e 19 in quello della Global Med", spiega La Repubblica. I progetti presentati a Roma prevedono l'acquisizione di "linee sismiche 2D mediante tecnologia air-gun ed un eventuale rilievo geofisico 3D", ma è proprio questa tecnica che è stata messa sotto accusa per aver causato enormi danni all'habitat marino nelle aree dell'Oceano Atlantico dove è stata impiegata. "Questo tipo di indagine preliminare ha effetti devastanti c'è da essere seriamente preoccupati", ha detto Simonetta Fraschetti, professore presso il dipartimento di Scienze e tecnologie biologiche dell'UniSalento, che ha anche chiarito che nelle zone interessate "esiste un sistema ecologico unico, Sic, coralligeni tra i più importanti d'Italia, è una zona importantissimna per le tartarughe si tratta di una serie di habitat vulnerabili che verrebbero inevitabilmente danneggiati dal tipo di ricerche che si vogliono fare". Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Fonte: Ministero dell'Ambiente; Repubblica



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti