I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Artemisia: l’erba magica che distrugge i tumori

Secondo Marco Pierotti dell'Istituto dei Tumori di Milano potrebbe essere 'una goccia di speranza'

Pubblicato il 24/11/2014 da Prevenzione a tavola

Artemisia: l'erba magica che distrugge i tumori


Si chiama artemisia ed è stata chiamata "erba magica" per la sua potenziale capacità di distruggere i tumori in un lasso di tempo brevissimo: secondo quanto rilevato dagli studi quest'erba sarebbe in grado di distruggere il 98% delle cellule tumorali in sole 16 ore. Il nome scientifico dell'artemisia è Artemisia annua ed è originaria della Cina, della provincia di Hunan, per la precisione. Tra le proprietà medicamentose di questa "erba magica" figurano quella antibatterica (blocca la generazione dei batteri), la antisettica (cioè impedisce o rallenta lo sviluppo dei microbi), poi c'è la proprietà carminativa (favorisce la fuoriuscita dei gas intestinali); quella digestiva e infine la proprietà febbrifuga. Una sostanza contenuta nell'artemisia, l'artemisina, è in grado di bloccare il fattore di trascrizione 'E2F1' e intervenire nella distruzione delle cellule tumorali dei polmoni.

Artemisia: l'erba magica che distrugge i tumori


Secondo il dottor Leo Saputo l'artemisia è una "bomba intelligente contro il cancro", infatti l'artemisina lavora alla presenza di ferro per produrre radicali liberi che uccidono le cellule che accumulano ferro: "l'artemisia, infatti, si sarebbe rivelata efficace nella distruzione del 75% delle cellule tumorali resistenti alle radiazioni, nel cancro al seno, ovvero dove un'elevata propensione ad accumulo di ferro, in sole 8 ore, balzate fino al 100% dopo soltanto 24 ore", riporta Panorama. E il direttore scientifico dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano Marco Pierotti ha detto al magazine che "anche se a prima vista si potrebbe pensare ad una di quelle notizie da lasciar perdere, esistono studi in proposito fin dal 2001, mentre quello più recente risale al 2011, quando sono stati condotti esperimenti in vitro". Ci vorranno ancora anni affinché il principio alla base dell'azione dell'artemisia possa essere utilizzato nella lotta contro il cancro. Questa pianta risulterebbe utile nei casi di tumore in cui c'è un'alta concentrazione di ferro. Negli anni '70 l'utilizzo dell'artemisia in ambito medico è stato rivalutato ed è stata impiegata per curare la malaria.Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Fonti: Panorama; WikipediaForse potrebbe interessarti questo video - "Cancro al colon, Berrino: ‘Il ferro favorisce formazione tumori"



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo