I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

La verità sul colore dei tuorli delle uova

Il colore del tuorlo dipende da ciò che mangia la gallina

Pubblicato il 18/11/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

La verità sul colore dei tuorli delle uova


Credevate che il tuorlo dell'uovo naturalmente fosse di un bel colore arancione intenso? Beh la verità è un'altra: i tuorli assumono questa tonalità per via di un colorante artificiale che viene aggiunto al mangime. Il colore arancione che vediamo nel tuorlo quando apriamo un uovo è dovuto alla cantaxantina (E161g), ammesso dalla legge, che dà l'illusione di trovarci davanti le tipiche "uova della nonna". Ma si tratta solo di un'illusione. Questo stesso colorante viene impiegato nei mangimi per i salmoni e le trote per dare una colorazione arancione. I coloranti vengono utilizzati quando le galline depongono uova che non gradite al consumatore.

Non solo i tuorli delle uova, i coloranti vengono utilizzati anche per colorare la carne


Il chimico e scrittore Dario Bressanini scrive su Le Scienze Blog che "per ottenere un tuorlo di colore arancione intenso è necessario che nella dieta della gallina ovaiola siano presenti xantofille rosse, normalmente non presenti nei mangimi naturali". Gli allevatori, continua Bressanini, "possono usare mangimi addizionati di capsantina (E160c) presente negli estratti di paprika (insieme alla capsorubina) oppure di cantaxantina (E161g) sostanza naturale rossa presente in alcune alghe e batteri e solitamente prodotta per via sintetica (la legislazione non distingue l’origine di un additivo)". Il colore dei tuorli dipende da ciò che mangia la gallina. In passato la colorazione dei tuorli indicava lo stato di salute delle galline: se i volatili erano in salute il tuorlo assumeva un colore intenso, mentre se erano malaticci un colore pallido. E i coloranti non vengono impiegati solamente per cambiare il colore dei tuorli delle uova, infatti, spiega lo scrittore, "il pigmentante viene anche utilizzato per colorare la pelle e la carne dei polli, a seconda delle preferenze dei vari paesi. Alcuni vogliono la carne bianca, altri gialla". Sei su Facebook? Condividi questa foto per la tua salute

Fonti: ADUC; Dario Bressanini



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore