I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I cibi da usare come antinfiammatorio naturale

E una dieta ricca di verdure può proteggere anche dai tumori dovuti al tabacco e all’inquinamento

Pubblicato il 18/11/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

I cibi da usare come antinfiammatorio naturale


Ci sono degli alimenti che bisogna evitare per prevenire i tumori e ci sono alimenti che fungono da antinfiammatorio naturale. Il dottor Franco Berrino aveva spiegato che "per difendersi dalla crescita tumorale bisogna fare un'alimentazione antinfiammatoria. E un'alimentazione antinfiammatoria è basata sul riso integrale prima ancora che gli altri cereali". Il riso integrale quindi è fondamentale, ma "anche gli altri cereali vanno bene, non aumentano le infiammazioni", ha spiegato l'epidemiologo dell'Istituto Nazionale dei Tumori, il quale ha aggiunto che la dieta deve essere "basata sull'evitare i prodotti animali fuorché il pesce. Quindi un po' di pesce grasso va bene, io direi le nostre sardine, lo sgombro. Tipicamente io raccomando, quando c'è una condizione un po' difficile, lo sgombro bollito. Lo sgombro dev'essere freschissimo naturalmente."

I cibi da usare come antinfiammatorio naturale


Mangiare pesce toglie le infiammazioni, ma ci sono anche altri alimenti da utilizzare come antinfiammatorio naturale, come spiega Berrino: "E poi è utile qualche condimento antinfiammatorio, anche l'olio d'oliva è abbastanza antinfiammatorio. La curcuma, quella polverina gialla che dà il colore giallo al curry, che è un insieme di spezie orientali. Usate la curcuma in cucina per fare il risotto giallo. Va bene anche lo zafferano, però la curcuma è più potente come antinfiammatorio". Oltre alle spezie e al pesce ci sono le verdure, che contengono molte sostanze antinfiammatorie, ancor di più della frutta: secondo Berrino alla frutta bisogna privilegiare i vegetali, ad eccezione dei frutti di bosco, i quali contengono sostanze che sono anche "apprezzate come antitumorali", in quanto hanno un'azione antiangiogenetica, ovvero riducono la proliferazione dei vasi sanguigni: "il tumore ha bisogno che prolifichino i vasi sanguigni per portargli nutrimento, per crescere", ha concluso il medico. Nel suo libro Il Cibo dell'Uomo Franco Berrino ha scritto che "a partire dagli anni ‘70, numerose ricerche epidemiologiche, che hanno coinvolto centinaia di migliaia di persone e studiato decine di migliaia di casi di tumore, hanno confermato, al di là di ogni ragionevole dubbio, che chi mangia più verdure si ammala meno di cancro rispetto a chi mangia poche verdure". E chi fuma, che è comunque una pessima abitudine assolutamente sconsigliata, deve sapere che n’alimentazione ricca di verdure "può proteggere anche dai tumori dovuti al tabacco e all’inquinamento", si legge sempre su Il Cibo dell'Uomo. Dagli studi è emerso che "un forte fumatore ha un rischio fino a venti volte superiore di ammalarsi di cancro polmonare rispetto a un non fumatore, ma mangiando quotidianamente verdure può dimezzare il suo rischio (che rimane però molto alto se non smette di fumare)." Sei su Facebook? Condividi questa foto per la tua salute

Fonte: Il Cibo dell'Uomo



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo