I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Alluvione Sardegna: un anno dopo mancano 474 milioni

Tutte le forze politiche protestano per il mancato arrivo dei fondi per la ricostruzione

Pubblicato il 18/11/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Alluvione Sardegna: un anno dopo mancano 474 milioni


In Liguria per riparare ai danni provocati dal maltempo sarà necessario almeno 1 miliardo di euro, secondo lo stesso governatore Burlando. Ma i cittadini liguri possono mettersi l'anima in pace, se a loro verrà applicato lo stesso trattamento riservato ai sardi: esattamente un anno fa, il 18 novembre 2013, l'alluvione causava 19 vittime ed enormi danni in 82 comuni dell'isola, ma ancora oggi la maggior parte dei fondi promessi per la ricostruzione non sono stati ricevuti dai sardi. Su 659,2 milioni stanziati le risorse disponibili sono solo 185,1 milioni, e "la parte del leone - scrive il quotidiano locale L'Unione Sarda - per i contributi l'ha fatta la Regione, mentre il governo è rimasto a guardare".

Alluvione Sardegna: fronte unito contro Renzi


E le critiche al governo arrivano da parte di tutte le forze politiche isolane: il presidente Francesco Pigliaru (Pd) ha detto che è "giunto il momento di chiedere allo Stato come sono state affrontate le varie emergenze che si sono succedute in Italia in questi anni e indipendentemente dalle promesse fatte capire se la Sardegna è stata trattata al pari delle altre regioni". E l'ex presidente Cappellacci ha criticato lo stesso Renzi, il quale "come il suo predecessore Letta, non mantiene gli impegni promessi all'indomani dell'alluvione del 2013 e più volte ribaditi durante le passerelle dei ministri e dei sottosegretari", ha detto Cappellacci. I fondi per la ricostruzione non arrivano nonostante nella legge di stabilità siano stati stanziati altri 150 milioni per Roma Capitale e per l'Expò milanese, che vanno ad aggiungersi alle ingenti quantità di denaro già versate precedentemente. Il fabbisogno complessivo in Sardegna dopo il Ciclone Cleopatra che ha devastato l'isola provocando 19 vittime ammonta per a 495 milioni per il patrimonio pubblico, 39 per quello privato e 124 per le attività produttive, secondo quanto riporta il quotidiano La Nuova Sardegna. Ciò che più dovrebbe allarmare i cittadini è che il capo della Protezione civile Franco Gabrielli, ha ammesso che i fondi per le emergenze ammontano a soli 70 milioni di euro, mentre i danni accertati negli ultimi tre anni in Italia sono pari a 2,3 miliardi. Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Fonti: L'Unione Sarda; La Nuova Sardegna



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Corsi - Prevenzione a tavola

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore