I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Lo zucchero fa male, ecco il miglior modo di dolcificare

Il dottor Berrino spiega i motivi per cui è meglio utilizzare la frutta

Pubblicato il 13/11/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Lo zucchero fa male, ecco il miglior modo di dolcificare


Lo zucchero fa male, è meglio dolcificare con la frutta. In un filmato il dottor Franco Berrino, epidemiologo dell'Istituto dei Tumori di Milano, spiega qual è il miglior modo di dolcificare, visto che più si consuma zucchero, più viene fame di questo alimento, che porta ad uno stato di ipoglicemia. "Il modo migliore per dolcificare è la frutta. Per esempio si può fare un'ottima colazione dolce con il muesli fatto con i fiocchi d'avena, con le nocciole con l'uvetta sultanina, con pezzettini di frutta secca. Se noi invece al mattino mangiamo i biscotti zuccherati nel latte zuccherato si alza moltissimo la glicemia e quando si alza la glicemia il pancreas risponde producendo molta insulina che fa abbassare la glicemia perché permette allo zucchero di entrare nelle cellule. Sapete, le nostre cellule vivono bruciando glucosio. Però quando la colazione è molto dolce il pancreas produce molta insulina e allora dopo un po' si va in ipoglicemia che vuol dire che più dolce si mangia e più viene fame di zucchero, perché quando si va in ipoglicemia si ha fame di zucchero. Questa è la ragione per cui molti giovani alla fine della mattina sono nervosi, sono distratti, non riescono a concentrarsi perché non c'è abbastanza zucchero nel sangue e non c'è abbastanza zucchero perché abbiamo mangiato troppo zucchero. Il miele è anche meglio dello zucchero, ma è meglio non mangiarlo a colazione. Il miele è meglio mangiarlo a merenda, dopo che si è fatto un'intensa attività fisica. Se avete fatto una partita di pallone di quelle che vi troncano, che vi fanno male le gambe, vuol dire che avete consumato tutto lo zucchero che è normalmente depositato nei muscoli sotto forma di glicogeno. I muscoli hanno consumato tutto i loro zuccheri e allora anche se entra qualcosa come il miele che fa aumentare molto rapidamente la glicemia, questa glicemia non farà danno perché andrà a rimpiazzare quello che è stato consumato", ha detto Berrino. Sei su Facebook? Condividi questa foto per la tua salute



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pasta fresca, online il nostro nuovo corso di cucina

Imparare a preparare la pasta fatta in casa partendo da farine non raffinate e ingredienti genuini

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Corsi - Prevenzione a tavola

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Corsi - Prevenzione a tavola

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi