I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

L’accusa di Green Peace: ‘Mc Donald’s distrugge l’Amazzonia’

In questo modo l'azienda riuscirebbe a vendere la carne a basso prezzo

Pubblicato il 11/11/2014 da Prevenzione a tavola

L'accusa di Green Peace: 'Mc Donald's distrugge l'Amazzonia'


"McDonald's sta distruggendo l'Amazzonia per vendere carne a basso prezzo", un'accusa forte quella di Gavin Edwards, responsabile della Campagna Foreste di Greenpeace. Greenpeace International nel 2006 aveva pubblicato un rapporto che mostrava il percorso della soia, dalle foreste pluviali alla catena produttrice di hamburger e ai supermercati di tutta Europa. Secondo varie organizzazioni ambientaliste, tra cui Greenpeace e Friends of the Earth, la catena di fast-food sarebbe tra i maggiori responsabili della distruzione delle foreste pluviali dell'Amazzonia. In questa zona viene praticato il disboscamento sia per creare nuovi terrini su cui allevare bovini, sia per produrre la carta con cui vengono avvolte patatine e hamburge. Sul sito di Greenpeace viene spiegato che se verrà mantenuto questo ritmo e se l'agricoltura si continuerà ad espandere in questo modo, il 40% dell'Amazzonia scomparirà entro metà secolo.

L'accusa di Green Peace: 'Mc Donald's distrugge l'Amazzonia'


"Ogni volta che qualcuno mangia un Chicken McNugget potrebbe mordere un pezzetto di Amazzonia. Supermercati e giganti della ristorazione, come Mc Donald's, devono assicurarsi che i rispettivi prodotti non siano coinvolti nella distruzione della foresta amazzonica e nelle violazioni dei diritti umani", ha anche dichiarato Gavin Edwards di Greeneace. L'Amazzonia è talmente importante per il nostro pianeta, che è stata ribattezzata "Polmone Verde della Terra". L'elevata densità della vegetazione, insieme alla sua posizione, che le permette di essere colpita in pieno dai raggi del Sole, asorbe grandi quantità di anidride carbonica, di conseguenza generando ossigeno, che è vitale per la Terra. Ma questo sembra non essere sufficiente ad impedire la distruzione di una risorsa essenziale per gli esseri umani, infatti solo negli ultimi 30 anni sono stati rasi al suolo 750.000 km quadrati di foresta: un'area due volte e mezzo più grande dell'Italia, per rendersi conto di quanto sia grande il danno. Per di più, la distruzione della Foresta Amazzonica rappresenta una minaccia alla biodiversità: l'Amazzonia è abitata da circa 2.000 specie di pesci, così come di uccelli, da 1.800 tipi di farfalle, 3.000 tipi diversi di formiche, 2.500 di api, 470 di rettili, 500 di anfibi, e più di 400 specie di mammiferi. L'Amazzonia è nota per la presenza di varie specie di animali, ma fra le tante specie non figuravano le mucche: a portarle in quella che una volta era una foresta ci ha pensato l'uomo nel 1970. In quaranta anni si è passati da 90.000 capi ovini a circa 2.000.000. Per allevare questi animali l'uomo ha sterminato gli indigeni, disboscato le foreste e costruito strade. Un affare che porta milioni nelle tasche delle multinazionali ma che ogni dieci anni sottrae al Polmone Verde della Terra una superficie pari a quella dell'Italia. Oltretutto il terreno che viene convertito in pascolo per il bestiame diventa sterile dopo pochi anni. Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Fonti: Greenpeace; Il Fatto Quotidiano; Il Corriere della Sera



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pasta fresca, online il nostro nuovo corso di cucina

Imparare a preparare la pasta fatta in casa partendo da farine non raffinate e ingredienti genuini

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Corsi - Prevenzione a tavola

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Corsi - Prevenzione a tavola

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi