I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Farmaci generici: tutto ciò che bisogna sapere

Li chiamano generici, ma in realtà sono equivalenti a quelli 'griffati' e permettono di risparmiare

Pubblicato il 11/11/2014 da Prevenzione a tavola

Farmaci generici: tutto ciò che bisogna sapere


Molti pazienti sono diffidenti verso i farmaci generici per via dell'appellativo che è stato loro affibbiato, quello di generici appunto. Così la pensa Silvio Garattini, direttore dell'Istituto Farmacologico Mario Negri di Milano, il quale ha definito un "errore" la scelta di chiamarli in questo modo, in quanto il nome farebbe pensare a qualcosa senza specificità e che vada bene per tutto. Inoltre, ha spiegato Garattini, le case farmaceutiche continuano a produrre i medicinali di marca come farmaci a brevetto scaduto, e abbassano i costi in modo da poter competere con i farmaci generici (in casi sporadici addirittura i prezzi si sovrappongono). Risparmiare con i farmaci generici permetterebbe di comprare a prezzi molto più bassi farmaci costosi e innovativi per la cura del cancro o dell'epatite, ad esempio.

Cosa sono i farmaci generici?


L'Agenzia italiana del Farmaco per rispondere "a un'esigenza sempre più sentita dai cittadini" ha pubblicato sul proprio sito un documento in cui è spiegato con chiarezza cosa sono i farmaci generici, o meglio i farmaci equivalenti, come in realtà dovrebbero essere chiamati per evitare incomprensioni da parte dei consumatori. La definizione di farmaco equivalente è "medicinale che ha la stessa composizione qualitativa e quantitativa di sostanze attive e la stessa forma farmaceutica del medicinale di riferimento nonché una bioequivalenza con il medicinale di riferimento dimostrata da studi appropriati di biodisponibilità". Perciò se dovete scegliere tra un farmaco di marca e il suo medicinale equivalente non indugiate a risparmiare e ad acquistare quello non griffato, perché non ci sarà alcuna ripercussione sulla vostra salute, in quanto, spiega l'AIFA: "I medicinali generici e quelli equivalenti sono la stessa cosa". Il termine "generico" è un calco dall'inglese "generic name", con cui nei paesi anglosassoni vengono chiamati i farmaci-copia dei medicinali di marca non più protetti da brevetto. Perciò un "medicinale equivalente (o generico) è, in parole molto semplici, una copia del suo medicinale di riferimento (medicinale “di marca” o “griffato”) presente sul mercato già da molti anni (in Italia normalmente 10 anni) e, cosa fondamentale, il cui brevetto sia scaduto", si legge sul sito dell'AIFA. Nell'immagine sotto potete leggere i requisiti che farmaco deve soddisfare per essere considerato equivalente alla sua controparte griffata:requisitiSeguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Fonti: AIFA; Corriere della SeraPER APPROFONDIRE: Leggi il PDF dell'AIFA



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero