I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Rifiuti tossici scoperti in un campo di pomodori DOP

Il ritrovamento dopo la confessione a un prete di Ercolano

Pubblicato il 10/11/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Rifiuti tossici scoperti in un campo di pomodori DOP


Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato hanno scoperto dei rifiuti tossici nel Parco Nazionale del Vesuvio. Le scorie erano state seppellite ad un metro di profondità, in un terreno agricolo su cui si coltivavano i pomodorini DOP. La Forestale è intervenuta solo dopo la denuncia di un prete di Ercolano, Marco Ricci, che era venuta a conoscenza dei fatti grazie alla confessione di un contadino della frazione di San Vito. L'uomo ha detto a don Ricci che sapeva dove erano stati sepolti numerosi fusti, in un campo coltivato vicino alla discarica. Proprio in questa zona si producono i pomodorini DOP "del piennolo", un ottimo vino rosso corposo e diversi tipi di frutta come albicocche, nocciole, limoni, pesche.1

Rifiuti tossici scoperti in un campo di pomodori DOP


L'anziano contadino aveva raccontato al prete di Ercolano, riporta il Corriere del Mezzogiorno, di aver visto i camion "una notte di tanti anni fa, mentre arrancavano in salita con il loro carico di fusti lungo via della Barcaiola" e poi i fusti erano stati sepolti in un campo coltivato a pomodori (DOP). L'uomo, intimorito, è rimasto in silenzio per anni, fino a quando, pochi mesi fa, si è recato da don Ricci e ha rivelato la presenza di rifiuti tossici sotto i campi coltivati a pomodori. Il prete ha spiegato che "non era un malvivente, ma solo un uomo anziano che ha aperto il suo cuore e ha raccontato la verità", aggiungendo che "per fortuna adesso c’è chi si fa avanti per denunciare. In canonica qualche settimana fa mi hanno lasciato una piantina del territorio con l’indicazione “scavate qua”.". Così gli agenti della Guardia Forestale hanno iniziato a perlustrare la zona, dove stavano già effettuando ricerche da mesi ed erano stati già rinvenuti cinquanta fusti arrugginiti, amianto, pneumatici, bidoni e veleni. Alla fine, si legge sul Corriere, i forestali hanno setacciato un campo di pomodorini e lì hanno trovato dei fusti da cui "colava un liquido bituminoso, nerastro e puzzolente di catrame". Roberto Frusso del Corriere del Mezzogiorno racconta che "i guanti di Teresa a contatto con la fanghiglia nera si sono corrosi quasi subito e nel giro di un’ora ha dovuto cambiarli tre volte. Nonostante le mascherine antinquinamento la puzza è divenuta insopportabile e gli occhi dei presenti hanno cominciano a bruciare" Uno studio ha rilevato che nella frazione di San Vito, dove vive l'anziano contadino, due famiglie su tre annoverano un malato di cancro.Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Fonte: Corriere del Mezzogiorno



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti

La salsa di pomodoro cotta fa bene all’intestino

Nuovo studio: Aumenta l'effetto dei batteri buoni

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta