I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

La campagna sull’ebola via sms in Senegal

Come il paese africano ha estirpato la malattia

Pubblicato il 04/11/2014 da Prevenzione a tavola

La campagna sull'ebola via sms in Senegal


Lo scorso 17 ottobre l'Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato che il Senegal è "ebola-free", dopo circa un mese e mezzo da quando era scoppiato il primo caso: si trattava di un giovane che era stato a contatto con un paziente in Guinea e poi si era messo in viaggio verso Dakar, la capitale del Senegal. La risposta del governo senegalese, grazie anche all'aiuto dell'OMS, è stata immediata ed efficace, e la diffusione del virus è stata bloccata sul nascere. Merito anche di una campagna di sensibilizzazione via sms mirata a far crescere la consapevolezza dell'ebola tra la popolazione: il ministero della Salute senegalese ha inviato 4 milioni di messaggi di testo, nei quali i cittadini venivano informati del pericolo della malattia e su come prevenirla.

La campagna sull'ebola via sms in Senegal


Attraverso la campagna di sensibilizzazione, lanciata con la collaborazione dei principali operatori telefonici del paese, la gente è stata incoraggiata ad avvertire le autorità sanitarie in caso dovessero imbattersi in qualcuno che manifestava sintomi di ebola come la febbre o il sanguinamento chiamando un numero verde. Il messaggio, inoltre, è stato diffuso anche nel corso di eventi come partite di calcio o raduni. Il dottor Mbayange Ndiaye Niang, che ha coordinato il progetto del ministero della Salute ha dichiarato in merito: "Questa campagna via sms è stata parte di un più ampio progetto focalizzato sulla consapevolezza, la prevenzione e la cura dei malati di ebola. Tra gli altri tentativi di creare consapevolezza figurano gli annunci radio, volantini e la diffusione su internet di messaggi come 'Lavare le mani regolarmente con acqua e sapone', 'Evitare ogni tipo di contatto con persone malate o che sono morte di ebola', 'Non toccare o mangiare la carne di animali malati o morti (scimmie, ratti, facoceri, porcospini e maiali)', ha detto il dottor Niang. Fonte: OMS



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali