I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

La campagna sull’ebola via sms in Senegal

Come il paese africano ha estirpato la malattia

Pubblicato il 04/11/2014 da Prevenzione a tavola

La campagna sull'ebola via sms in Senegal


Lo scorso 17 ottobre l'Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato che il Senegal è "ebola-free", dopo circa un mese e mezzo da quando era scoppiato il primo caso: si trattava di un giovane che era stato a contatto con un paziente in Guinea e poi si era messo in viaggio verso Dakar, la capitale del Senegal. La risposta del governo senegalese, grazie anche all'aiuto dell'OMS, è stata immediata ed efficace, e la diffusione del virus è stata bloccata sul nascere. Merito anche di una campagna di sensibilizzazione via sms mirata a far crescere la consapevolezza dell'ebola tra la popolazione: il ministero della Salute senegalese ha inviato 4 milioni di messaggi di testo, nei quali i cittadini venivano informati del pericolo della malattia e su come prevenirla.

La campagna sull'ebola via sms in Senegal


Attraverso la campagna di sensibilizzazione, lanciata con la collaborazione dei principali operatori telefonici del paese, la gente è stata incoraggiata ad avvertire le autorità sanitarie in caso dovessero imbattersi in qualcuno che manifestava sintomi di ebola come la febbre o il sanguinamento chiamando un numero verde. Il messaggio, inoltre, è stato diffuso anche nel corso di eventi come partite di calcio o raduni. Il dottor Mbayange Ndiaye Niang, che ha coordinato il progetto del ministero della Salute ha dichiarato in merito: "Questa campagna via sms è stata parte di un più ampio progetto focalizzato sulla consapevolezza, la prevenzione e la cura dei malati di ebola. Tra gli altri tentativi di creare consapevolezza figurano gli annunci radio, volantini e la diffusione su internet di messaggi come 'Lavare le mani regolarmente con acqua e sapone', 'Evitare ogni tipo di contatto con persone malate o che sono morte di ebola', 'Non toccare o mangiare la carne di animali malati o morti (scimmie, ratti, facoceri, porcospini e maiali)', ha detto il dottor Niang. Fonte: OMS



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo