I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ecco perché bisogna mangiare riso integrale

Il professor Franco Berrino spiega il motivo

Pubblicato il 03/11/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Ecco perché bisogna mangiare riso integrale


Il riso che dovremmo mangiare non è quello bianco a cui ci hanno abituato, ma quello integrale e il motivo è semplice: dal primo vengono estratte tutte le sostanze nutritive, mentre il secondo si mantiene intatto. "Il grano è da mangiare nella sua interezza, non dobbiamo togliere le cose buone per lasciare solo le cose cattive", spiegava all'Associazione di Laboratorio di Cucina Naturale il professor Franco Berrino, aggiungendo che lo strato esterno più esterno del chicco si deve togliere, ma "noi mangiamo soltanto quello che si chiama l'endosperma, che contiene prevalentemente amido e poche proteine, ma non contiene più sali minerali, non contiene più le vitamine, non contiene più i grassi essenziali che ci sono nel riso".

Ecco perché bisogna mangiare riso integrale: il parere di Franco Berrino


Berrino nel video che vi proponiamo continua dicendo: "Adesso lo Scotti si è inventato l'olio di riso: prima lo buttavia, adesso hanno detto: 'invece di buttarlo via lo vendo caro'. E dico 'ma che olio, io mi mangio il riso completo con tutte le sostanze che ci son dentro'." Il riso integrale, spiega l'epidemiologo, "è buono anche senza condirlo". Il riso integrale ha un tempo di cottura di almeno 40-45 minuti: "Ma la gente mi dice: 'Eh, ma io non ho tempo perché ci vogliono 45 minuti su cuocerlo'. E dico 'bravo, furbo che tu mentre cuoci stai lì a guardarlo'. E poi Berrino spiega anche come va cucinato il riso integrale: "Non va cucinato come il riso bianco, non è che butti il riso nell'acqua e poi alla fine scoli.Perché nell'acqua passano delle sostanze buone. Il riso bianco potete cuocerlo in tantissima acqua, quello integrale si cuoce con una tazza di riso integrale e due tazze di acqua, un pizzico di sale marino e appena bolle si abbassa il fuoco al minimo a si mette un frangifiamma. In 45 minuti consuma tutta la sua acqua ed è perfettamente cotto.

Sei su Facebook? Aiutaci a diffondere questa notizia!




banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti