I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il latte fa male? Berrino: ‘Studi molto confusi’

Secondo l'epidemiologo non bisogna seguire raccomandazioni, ma consiglia un consumo moderato

Pubblicato il 31/10/2014 da Prevenzione a tavola

Il latte fa male? Secondo il prof Franco Berrino gli studi in merito sono confusi

  Nel video che vi proponiamo il professor Franco Berrino dell'Istituto Nazionale dei Tumori spiega che in realtà sul latte gli studi sono molto confusi, per cui non si raccomanda di berlo o meno agli adulti. Quel che è certo è che bere molto latte non fa bene alle ossa e sarebbe meglio, pertanto, non assumerne in grandi quantità. E questo alimento non fa bene neanche alle ossa dei bambini: "Due anni fa c'è stata una grande pubblicazione sulla principale rivista di pediatria Pediatrics, che fa revisione della letteratura sui bambini, che mostra che non c'è nessuna prova che il latte faccia bene alle ossa dei bambini. Il latte fa bene ai bambini per farli crescere", ha detto l'epidemiologo, aggiungendo che lui stesso raccomanda il latte se il bambino è piccolo per la sua età.

Il latte fa male? I risultati di uno studio svedese

  Secondo un nuovo studio bere molto latte potrebbe essere dannoso per la nostra salute. In passato le ricerche hanno dimostrato che il calcio contenuto nel latte rinforza le ossa e aiuta a prevenire l'osteoporosi. I presunti benefici che il latte porterebbe alle ossa hanno indotto le autorità competenti a raccomandare questo alimento come parte di una dieta sana. Ma un nuovo studio ha rilevato che berne in grandi quantità non protegge uomini e donne da fratture alle ossa e, anzi, è stato associato ad un maggior rischio di morte nel lungo periodo. Karl Michaelsson, autore dello studio e professore all'Università svedese di Uppsala, ha detto che i risultati della ricerca, per quanto gli riguarda, sono bastati a fargli smettere di bere latte. È anche vero, però, che lo studio deve essere considerato con cautela.

Il latte fa male? I risultati dello studio condotto in Svezia

  La ricerca, che è stata pubblicata sul British Medical Journal, ha mostrato come le donne che bevevano tre bicchieri di latte o più ogni giorno vedevano quasi raddoppiare il rischio di morte e malattie cardiache e le donne utilizzate come campione aveva una probabilità di contrarre il cancro maggiore (del 44% in più) rispetto alle donne che bevevano un bicchiere di latte al giorno. E gli uomini vedevano aumentare il proprio rischio di morte del 10% in più se bevevano 3 bicchieri di latte o più. Ma quindi si può dire che il latte fa male? Mary Schooling, professore del City University of New York School of Public Health in un editoriale ha scritto che i risultati mostrano che il latte è associato a dei rischi per la salute, ma non è stato provato un collegamento diretto. Quindi non si dovrebbero cambiare le abitudini alimentari in base a questo studio. Ad ogni modo, dalla ricerca è emerso che il latte non protegge dalle fratture alle ossa e tantomeno le rinforza. Michaelsson e i suoi colleghi hanno detto che il maggior rischio di morte se si beve latte può essere spiegato dagli alti livelli di zucchero in esso contenuti, in particolare lattosio e galattosio. Quest'ultimo è stato somministrato ai ratti in laboratorio e ed è risultato che questi invecchiavano precocemente. Al contrario, un alto consumo di latticini con basso contenuto di lattosio è stato associato a tassi ridotti di morte e fratture alle ossa, particolarmente nelle donne.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali