I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

La strage di balene nelle Isole Faroe

Gli abitanti dicono che è una tradizione, altri protestano

Pubblicato il 30/10/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

La strage di balene nelle Isole Faroe


D'estate le acque delle spiagge delle Isole Faroe si tingono di rosso a causa della pratica sanguinosa della caccia alle balene, una tradizione secolare che gli abitanti vogliono preservare. Il giornalista faroese Finnur Koba ha spiegato a Russia Today che "questa è un'antica tradizione e, come sapete, ci sono stati scontri per questo perché ci sono persone di fuori, del continente a cui non piace ciò che facciamo". Ma non tutti nelle Faroe sono favorevoli a questa pratica: Ingi Sørensen, un abitante dell'isola, credere che questa tradizione appartiene ai libri di storia: "Appartiene al passato. In quei giorni ci ha dato la vita. Senza il lavoro non ci sarebbe vita qui, ma oggi non c'è assolutamente bisogno".

Le Isole Faroe e gli attivisti contrari alla tradizione della caccia alle balene


Le Isole Faroe sono un paese autonomo all'interno del Regno di Danimarca e si trovano a metà strada tra Norvegia e Islanda, nel punto in cui il mare norvegese si incontra con le acque dell'Oceano Atlantico. Per la latitudine in cui si trovano, le Isole Faroe hanno un clima relativamente mite, che presenta differenze minime tra inverno ed estate: la temperatura media durante la stagione estiva è di 13 gradi, mentre d'inverno è di 3 gradi. Lo scorso mese 4 attivisti di Sea Shepherd Conservation Society, un’organizzazione no-profit che si occupa della conservazione marina, sono stati dichiarati colpevoli di aver interferito con la caccia alle balene da una corte faroese. Durante la caccia alle balene una flotta composta da piccole imbarcazioni conduce balene e delfini verso le spiagge e quando questi giungono a riva vengono uccisi con dei coltelli, un processo che è parte di una tradizione di 1.000 anni. Nonostante la Danimarca appartenga all'Unione Europea, e debba pertanto attenersi alle regole comunitarie che proibiscono pratiche di questo tipo, difende il diritto dei faroesi di preservare la loro tradizione. Altre popolazioni del Vecchio Continente sono state costrette ad abbandonare questo tipo di pratiche oppure a cambiare le loro tecniche, ma i faroesi, spiega RT.com, sono molti particolarmente affezionati alla loro cultura e sostengono che questa caccia sia giustificata perchè è finalizzata all'approvvigionamento del cibo.Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Fonte: RT.com



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo