I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ultime ebola, Strada: ‘Non è umano non poter soccorrere tutti’

L'articolo del medico sul Corriere della Sera

Pubblicato il 28/10/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Ultime ebola, Strada: 'Non è umano non poter soccorrere tutti'


Video d'archivio - Gino Strada spiega come si diffonde ebola a Otto e Mezzo


Gino Strada torna a parlare di ebola e lo fa dalle colonne del Corriere della Sera. Il medico ha raccontato di "un’altra Waterloo", una baraccopoli che si trova nei pressi della capitale della Sierra Leone Freetown. Waterloo un tempo era un aeroporto militare inglese, oggi è un accampamento di sfollati dove vivono 22.000 persone, arrivate anni fa, in fuga dalla guerra civile che ha devastato il paese. Ora questo enorme accampamento deve fare i conti con l'ebola: solo nelle ultime settimane sono stati rinvenuti circa 40 cadaveri, ciascuno dei quali ha infettato almeno un parente prima di morire. Lo scorso giovedì, scrive Gino Strada, una famiglia di quattro persone è stata trovata per terra in uno dei vicoletti della città.

Ultime ebola, Strada: 'Non è umano non poter soccorrere tutti'


Un prete cattolico alla vista di questa famiglia ha deciso di caricarli sulla sua auto e portarli al centro Emergency di Lakka, in modo che i quattro potessero essere presi in cura. Ma il problema è che il centro di Lakka dispone di soli 22 posti letto e per accogliere nuovi pazienti bisogna aspettare che "qualcuno muoia o venga dimesso guarito", spiega Strada, che commenta: "non è giusto, non è umano trovarsi un malato grave davanti agli occhi e non poterlo soccorrere", e questo genera un misto di "impotenza, frustrazione e rabbia" nel 66enne fondatore di Emergency. Alla fine i medici dell'organizzazione sono riusciti ad assistere la madre e il bambino più piccolo della famiglia, che erano in condizioni più gravi, mentre il padre e la figlioletta hanno dovuto aspettare fuori dai cancelli dell'ospedale, perché non c'era neanche un posto libero negli altri centri di Freetown. Gino Strada ha anche raccontato di essere tornato a casa a fine serata e al ritorno il giorno seguente ha trovato fuori dai cancelli il padre e la figlia, a cui si è aggiunto un altro malato di ebola.

Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie



Fonte: Corriere.it



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente