I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

L’esperimento sui panini Mc Donald’s e altri fast food

Il video di BuzzFeed

Pubblicato il 28/10/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

L'esperimento sui panini Mc Donald's


Video d'archivio - Il cheeseburger di Mc Donald's immerso nell’acido dello stomaco


Lo staff di BuzzFeed ha acquistato 7 hamburger da 7 diversi fast food per esaminare i panini dopo averli lasciati per 30 giorni all'interno di un barattolo e i risultati sono preoccupanti e dovrebbero far riflettere chi si reca spesso a mangiare in questi "ristoranti". Gli hamburger dovrebbero decomporsi, invece alcuni di questi sono rimasti praticamente intatti dopo un mese: "meno sono grigi, più è allarmante il risultato", scrive BuzzFeed. Questo fenomeno sarebbe dovuto ai grassi e al formaggio presenti nei panini, che li mantengono intatti.

L'esperimento sui panini Mc Donald's e altri fast food


I panini di Burger King sembrano essere i migliori a giudicare dalla quantità di "grigio" presente sul cheeseburger buuuuuu I panini di Mc Donald's al termine dell'esperimento: mccccccccc Gli altri sembrano essere tutti più o meno della stessa pasta: Wendy's ww Carl's Jr. car Jack in the box jaaa In-N-Out innn Umami Burger uma

L'hamburger immerso nell'acido cloridrico: l'esperimento del professor Martyn Poliakoff


Che gli hamburger non siano facili da digerire non è una novità: un professore di chimica dell’Università di Nottingham ha immerso metà di un cheeseburger comprato da Mc Donald's nell’acido cloridrico, lo stesso acido utilizzato dal nostro organismo nella prima parte del processo di digestione. Durante questo stadio il cibo abbiamo ingerito viene ridotto in composti più piccoli, che poi ci daranno energia o ci faranno ingrassare. L'acido cloridrico è uno dei corrosivi più potenti, ed è il principale costituente del succo gastrico prodotto dal nostro stomaco. Ciò che stupisce è che quando immergiamo dei panini di Mc Donald's in quest'acido dopo tre ore il liquido diventa nero, ma gli hamburger non si decompongono completamente. Gli studi di Dian Dooley dell'Università delle Hawaii hanno rilevato che solitamente il nostro corpo ha bisogno di un periodo compreso tra le 24 e le 72 ore per digerire il cibo. La frutta viene digerita in 30 minuti, mentre un hamburger può richiedere fino a 3 giorni. Su internet hanno girato vari video che dimostrerebbero come gli hamburger di Mc Donald's non manifestano alcun segno di decomposizione neanche dopo sei mesi. Ma se un video caricato da un utente qualsiasi su Youtube poteva non essere attendibile, ora la conferma sembra arrivare da una fonte insospettabile come BuzzFeed. Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Fonti: Buzzfeed; La Fucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo