I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ebola, soldati a Vicenza: ha deciso il Pentagono

E in Svizzera iniziano i test per un vaccino sperimentale

Pubblicato il 28/10/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Ebola, soldati a Vicenza: ha deciso il Pentagono


(Video da Euronews: Che cos'è l'ebola)


Il generale Derryl Williams ha fatto sapere che la scelta di far rientrare a Vicenza gli 11 soldati provenienti dalla Liberia, paese colpito dall'ebola, è stata presa dal Pentagono. Williams è il comandante del contingente di soldati americani che è stato messo in isolamento per 21 giorni nella base militare "Del Din" di Vicenza. E in merito alle polemiche mosse dal governatore della Regione Veneto Luca Zaia, Williams ha detto che si tratta di misure previste dalle regole militari. Gli 11 soldati messi in isolamento nella base di Vicenza sono stati confinati negli alloggi e si trovano in un'ala separata dal resto della caserma e non possono avere contatti con nessuno. Ma non sono gli unici che alloggeranno a Vicenza: è previsto per domani l'arrivo di altri 87 soldati nella città veneta.

Ebola: gli ultimi aggiornamenti dell'OMS


L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha fatto sapere che Swissmedic, l'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici, ha autorizzato i test su un vaccino sperimentale sarà condotto con 120 partecipanti volontari all'Ospedale universitario di Losanna: "Questo segna l'ultimo passo verso l'introduzione di un vaccino per l'ebola sicuro ed efficace nel minor tempo possibile", si legge sul sito web dell'organizzazione. Il vaccino si basa su un adenovirus geneticamente modificato degli scimpanzé. E in questa sperimentale sarà testata sia la sicurezza del vaccino, sia la sua capacità di generare una risposta immunitaria. Swissmedic prima di ottenere il permesso per procedere con la sperimentazione ha dovuto consultare la Commissione federale per la sicurezza biologica, l'Ufficio federale della sanità pubblica e l'Ufficio federale dell'ambiente in quanto per il vaccino impiegato viene usato un organismo geneticamente modificato. Il vaccino è stato sviluppato dal NIAID (National Institute of Allergy and Infectious Diseases) in collaborazione con l'azienda farmaceutica GlaxoSmithKline e consiste in un virus che viene reso inoffensivo e utilizzato come portatore sano per una proteina di ebola. Alla domanda di sperimentazione, che è stata inoltrata a fine settembre, è stata data priorità, vista la gravità dell'epidemia. Il tweet dell'OMS Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie
Fonti: Corriere.it; NuovaVenezia.it; OMS



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali