I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ebola in USA: gli ultimi aggiornamenti da Washington

Gli Stati Uniti monitoreranno per 21 giorni chi arriva dai paesi colpiti dall'epidemia

Pubblicato il 23/10/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Ebola in USA: gli ultimi aggiornamenti da Washington


(Video da Euronews: Medici cubani in Africa per aiutare la lotta contro Ebola) Mercoledì il CDC (Centers for Disease Control) ha annunciato che a partire da lunedì prossimo tutti i viaggiatori in arrivo dai paesi colpiti dall'ebola verranno monitorati attentamente per 21 giorni da operatori sanitari. Il direttore del CDC Tom Frieden ha detto che chiunque arriva Sierra Leone, Guinea e Liberia sarà monitorato su base giornaliera e dovrà rispettare nuove regole su dove potrà viaggiare all'interno degli Stati Uniti. "Queste nuove misure che sto annunciando oggi daranno un livello di sicurezza maggiore, in questo modo le persone che sviluppano sintomi di ebola vengono isolate rapidamente", ha detto Frieden ai giornalisti nel corso di una conferenza stampa.

Ebola in USA: chi è ad alto rischio non potrà utilizzare i mezzi pubblici


Frieden ha aggiunto che il 70% dei viaggiatori che si recano negli Stati Uniti rimane in 6 stati: New York, Pennsylvania, Maryland, Virginia, New Jersey and Georgia. Chi arriva in aeroporto riceverà un kit che spiega quali sono i sintomi, una guida con i numeri di telefono e un termometro. Le autorità si manterranno in contatto con i viaggiatori ogni giorno per un periodo di 21 giorni (il periodo di incubazione). Il direttore del CDC ha fatto anche sapere che ai viaggiatori provenienti dall'Africa Occidentale che non sono stati esposti all'Ebola verrà semplicemente misurata la febbre ogni giorno. "Se, ad ogni modo, qualcuno è malato, è una storia diversa", ha detto Frieden, e in questo caso il paziente verrebbe isolato e, se necessario, trasportato da personale medico addestrato. Se una persona è considerato "ad alto rischio" per essersi esposto al virus ma non manifesta alcun sintomo, sarà messo in quarantena per l'intero periodo di incubazione e non gli sarà permesso di viaggiare a bordo di aerei di linea o con altri mezzi pubblici come bus o treno. "La situazione - ha concluso Frieden - dipenderà dall'individuo e dal livello di contatto. Questo è un altro passo in avanti per proteggere dall'ebola famiglie, comunità e operatori sanitari". Foto sotto: il kit che verrà distribuito ai passeggeri in arrivo dai paesi dell'Africa occidentale colpiti dall'ebola imrs (1)

Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie



Fonte: The Washington Post



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?

Alla scoperta del topinambur, l’ortaggio che vi cambierà la vita

Il topinambur combina proprietà diuretiche con doti benefiche per abbassare la glicemia

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco gli alimenti per sorridere all’autunno

Cambio di stagione, gli alimenti alleati del buonumore

Ecco perché vale la pena mangiare i cachi

Racchiudono straordinarie proprietà per il nostro organismo

Dal cacao un aiuto per ossa fragili e malattie respiratorie

Il cacao e gli alimenti che lo contengono hanno quantità significative di vitamina D2

Corsi - Prevenzione a tavola

Raffreddore e influenza in arrivo: anticipiamo il TG col cibo giusto

Ecco i cibi che possono aiutarci a prevenire i mali di stagione

Perché la cicoria è così buona per la salute

La cicoria si può trovarla da settembre fino a febbraio: ecco una ricetta sana e gustosa

Ecco perché mangiare i fichi d’India

Un toccasana per il nostro organismo. Un trucco per sbucciarli e una ricetta gustosa

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia