I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ebola in USA: gli ultimi aggiornamenti da Washington

Gli Stati Uniti monitoreranno per 21 giorni chi arriva dai paesi colpiti dall'epidemia

Pubblicato il 23/10/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Ebola in USA: gli ultimi aggiornamenti da Washington


(Video da Euronews: Medici cubani in Africa per aiutare la lotta contro Ebola) Mercoledì il CDC (Centers for Disease Control) ha annunciato che a partire da lunedì prossimo tutti i viaggiatori in arrivo dai paesi colpiti dall'ebola verranno monitorati attentamente per 21 giorni da operatori sanitari. Il direttore del CDC Tom Frieden ha detto che chiunque arriva Sierra Leone, Guinea e Liberia sarà monitorato su base giornaliera e dovrà rispettare nuove regole su dove potrà viaggiare all'interno degli Stati Uniti. "Queste nuove misure che sto annunciando oggi daranno un livello di sicurezza maggiore, in questo modo le persone che sviluppano sintomi di ebola vengono isolate rapidamente", ha detto Frieden ai giornalisti nel corso di una conferenza stampa.

Ebola in USA: chi è ad alto rischio non potrà utilizzare i mezzi pubblici


Frieden ha aggiunto che il 70% dei viaggiatori che si recano negli Stati Uniti rimane in 6 stati: New York, Pennsylvania, Maryland, Virginia, New Jersey and Georgia. Chi arriva in aeroporto riceverà un kit che spiega quali sono i sintomi, una guida con i numeri di telefono e un termometro. Le autorità si manterranno in contatto con i viaggiatori ogni giorno per un periodo di 21 giorni (il periodo di incubazione). Il direttore del CDC ha fatto anche sapere che ai viaggiatori provenienti dall'Africa Occidentale che non sono stati esposti all'Ebola verrà semplicemente misurata la febbre ogni giorno. "Se, ad ogni modo, qualcuno è malato, è una storia diversa", ha detto Frieden, e in questo caso il paziente verrebbe isolato e, se necessario, trasportato da personale medico addestrato. Se una persona è considerato "ad alto rischio" per essersi esposto al virus ma non manifesta alcun sintomo, sarà messo in quarantena per l'intero periodo di incubazione e non gli sarà permesso di viaggiare a bordo di aerei di linea o con altri mezzi pubblici come bus o treno. "La situazione - ha concluso Frieden - dipenderà dall'individuo e dal livello di contatto. Questo è un altro passo in avanti per proteggere dall'ebola famiglie, comunità e operatori sanitari". Foto sotto: il kit che verrà distribuito ai passeggeri in arrivo dai paesi dell'Africa occidentale colpiti dall'ebola imrs (1)

Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie



Fonte: The Washington Post



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali