I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cura Ebola, il robot USA che uccide il virus

Due esemplari sono stati inviati in Liberia per combattere la malattia

Pubblicato il 21/10/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Cura Ebola, il robot USA che uccide il virus


(Video da Euronews: Ebola: Oms pubblica linee guida per evitare contagio)
I medici liberiani avranno a disposizioni due nuovi "assistenti". Non si tratta di medici o infermieri, ma di due robot realizzati negli States, che sono stati spediti nel paese africano come supporto nella lotta alla malattia. Questi robot, alti 160 cm, servono a disinfettare i luoghi contaminati dal virus e svolgono il proprio compito grazie a dei particolari raggi ultravioletti, gli UV-C: i reparti ospedalieri vengono disinfettati molto rapidamente. Lo riporta il sito web di WIS, emittente locale dello stato americano della Carolina del Sud, da dove, oltretutto, provengono i robot. Questi robot si chiamano TRU-D e sono stati sviluppati in collaborazione con UEC eletronics. Jeffery Deal, direttore della Water Missions International di North Charleston ha sviluppato i due robot e si recherà in Liberia per assisterli durante la missione. I raggi ultravioletti di tipo C sono gli stessi utilizzati nelle lampade germicide, un tipo particolare di lampada che risulta efficace nel distruggere svariati virus e batteri e che sono utilizzate nelle sale operatorie per sterilizzare le superfici. Deal ha detto questi robot sono in grado di "polverizzare" ogni traccia di ebola e che diversi esemplari vengono attualmente utilizzati nei reparti di alcuni ospedali americani. Tra il 10 e il 15% delle vittime provocate dalla malattia sono state infermieri, medici e operatori sanitari.

Cura Ebola, gli aggiornamenti dell'OMS da Twitter Oggi l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato diversi tweet che riportano le dichiarazioni di Marie-Paule Kieny, vicedirettore generale dell'Oms. Riportiamo i più importanti di seguito: "Al momento non ci risulta un singolo caso di qualcuno che sia guarito dall'ebola e si sia nuovamente ammalato" "Il normale sviluppo dei vaccini richiede anni. Quello del vaccino per l'ebola è stato accelerato" "La dottoressa Kieny sul costo del vaccino per l'ebola per l'Africa Occidentale: non si può ancora stabilire un prezzo. Sarà coperto dai paesi donatori e dal GAVI" "Dr Kieny: Non è possibile contrarre l'ebola se ti viene somministrato il vaccino candidato" "I test clinici per il candidato vaccino favorito coinvolgeranno circa 250 volontari, metà dei quali a Losanna e Ginevra, in Svizzera" "Dr Kyeni: Il vaccino per l'ebola (una volta che sono stati completati i test clinici) dovrebbe essere pronto per l'utilizzo a gennaio 2015"

Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie


Fonti: ANSA; OMS



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo