I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Virus Ebola Italia, atterraggio d’emergenza a Fiumicino

Due persone hanno accusato un malore a bordo di un aereo della Turkish Airlines

Pubblicato il 14/10/2014 da Prevenzione a tavola

Virus Ebola Italia, atterraggio d'emergenza a Fiumicino


Un aereo di linea della compagnia Turkish Airlines diretto a Pisa e proveniente da Instanbul ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza a Fiumicino dopo che due passeggeri hanno accusato un malore. Probabilmente si tratta soltanto di un altro falso allarme, dato che dalle prime analisi sembra che non si tratti di Ebola. Dopo l'atterraggio le due persone sono state trasportate all'Istituto Spallanzani di Roma, rispettando le procedure d'emergenza, secondo le quali gli aeromobili devono essere parcheggiati lontano dalle aerostazioni per evitare il pericolo di contagio. Sono intervenuti immediatamente i medici dell'USMAF (Uffici di sanità aerea e di frontiera) di Fiumicino e i due pazienti sono stati caricati a bordo di un'ambulanza della Croce Rossa.

Virus Ebola Italia, dobbiamo davvero allarmarci?


Per ora tutti gli allarmi di Ebola in Italia sono rientrati, e pare che sia il destino anche dell'ultimo di questo pomeriggio. La scorsa settimana, vi spiegavamo in un altro articolo, un medico italiano è risultato negativo ai test, mentre nella giornata di ieri un somalo che si trovava all'ufficio immigrazione della capitale ha accusato un malore, ma dopo gli accertamenti è risultato che non aveva contratto il virus, ma aveva sofferto una crisi epilettica. Ieri è anche stata diffusa la notizia di un uomo ghanese che durante un processo al tribunale di Milano ha iniziato a perdere sangue dal naso e il magistrato lo ha fatto ricoverare. L’uomo è stato portato all’ospedale Sacco, ma è non ha contratto la malattia. Tutti segnali che fanno allarmare, ma ministri ed esperti da giorni ci rassicurano. Ad ogni modo, che una persone che ha contratto il virus Ebola passi i controlli di sicurezza in aeroporto non è impossibile. Uno studio finanziato dall'OMS e pubblicato sul New England Journal of Medicine ha dimostrato che soltanto nell’87.1% dei casi analizzati, sia sospetti che reali, i pazienti manifestano sintomi di febbre. Vale a dire, non sempre chi ha l'Ebola ha la febbre alta e l'unico modo per effettuare i controlli negli scali è il monitoraggio della temperatura sui passeggeri.

Sei su Facebook? Condividi questa immagine dell'Unicef in modo da informare i cittadini


Puoi seguirci anche su Twitter e Google+.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali