I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Isola di spazzatura Maldive: l’altro lato del paradiso

Pubblicato il 30/09/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Isola di spazzatura Maldive: l'altro lato del paradiso


L'Arcipelago delle Maldive è conosciuto per le sue case e i suoi hotel extra lusso, l'acqua color turchese e le spiagge mozzafiato. Però ci sono delle foto, pubblicate dal Daily Mail e scattate dalla 27enne Alison Teal a Thilafushi, detta anche "Isola della Spazzatura", che mostrano il lato oscuro di questo paradiso terrestre. 1412067861951_wps_6_MANDATORY_BYLINE_PIC_FROM Foto sopra: Alison fa surf circondata da rifiuti di plastica che galleggiano. La filmmaker, accompagnata da Mark Tipple e dalla sua collega Sarah Lee, ha detto di essere rimasta scioccata al vedere una tale quantità di bottiglie di plastica galleggiare sul mare cristallino e ricoprire spiagge idilliche. alll Thilafushi è un'isola artificiale che si trova a est di Malé, da dove arriva gran parte delle 330 tonnellate di spazzatura che ogni giorno raggiungono la piccola isola. Leggiamo sul sito dell'IFRC che ogni anno circa 31.000 camion carichi di rifiuti giungono a Thilafushi e la spazzatura, differenziata ma non riciclata, viene utilizzata per aumentare le dimensioni dell'isola, che aumentano di 1 metro quadro al giorno. Sotto: una montagna di spazzatura nell'isola bgt Ali Rilwan è un ambientalista di Malé e ha spiegato che i rifiuti tossici vengono mischiati con plastica e altra spazzatura, mettendo a repentaglio l'ambiente e la salute degli abitanti delle Maldive. Bluepeace, che è il principale movimento ambientalista dell'arcipelago, ha definito l'isola "una bomba tossica".

Isola di spazzatura Maldive: l'altro lato del paradiso


Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti