I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tartaruga liuto video: impigliata nelle reti

La Guardia Costiera è intervenuta e ha liberato l'animale

Pubblicato il 14/08/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Tartaruga liuto video: impigliata nelle reti


Un esemplare di tartaruga liuto che pesava circa 300 kg è rimasto impigliato in reti da pesca a largo della costa del New Jersey. La tartaruga liuto, il cui nome scientifico è Dermochelys coriacea Vandelli, è la più grande tra le tartarughe marine ed è l'unica specie del suo genere, che fa parte della famiglia delle Dermochelyidae. L'equipaggio di un peschereccio ha avvertito la Guardia Costiera dopo aver individuato l'enorme rettile e un gruppo della stazione Atlantic City si è immediatamente recato sul punto insieme ad alcuni rappresentanti del Marine Mammal Stranding Center. L'animale è stato poi liberato. "Tutti erano emozionati. Vedere l'animale da così vicino e aiutare la vita sottomarina è stata una delle esperienze migliori da quando sono nella Guardia Costiera. Tutti erano stimolati.", ha detto il sottoufficiale Nick Giannaris in una nota. Le tartarughe liuto possono arrivare a pesare 2 tonnellate e raggiungere i 2 metri di lunghezza. Si trovano principalmente negli oceani Atlantico, Pacifico e Indiano e possono scendere ad un profondità di 1 km e stare in acqua per un'ora e mezza. Questo gigante dei mari è uno degli animali più vecchi del pianeta, che abita da circa 100 milioni di anni, ma ora è invia d'estinzione: solo una tartaruga liuto su 1.000 riesce a diventare adulta, riporta National Geographic. La loro carne viene mangiata in varie parti del mondo, e spesso queste tartarughe muoiono dopo essere rimaste impigliate nelle reti da pesca oppure perché ingeriscono plastica, che scambiano per meduse. Un altro pericolo per la sopravvivenza della Dermochelys coriacea è costituito dal riscaldamento globale: il Guardian spiega che più la sabbia dove vengono deposte le uova è calda, più è alta la probabilità che nascano tartarughe femmine, cosa che porterebbe all'estinzione del rettile. Nell'estate del 2005 un'esemplare lungo 130 centimetri e largo 95, del peso di 150 chili morì nel Golfo di Gaeta per annegamento in quanto aveva ingurgitato pezzi di plastica, cellophane e sigarette. Un pescatore, Patrizio Di Nardo, l'aveva trovata nelle sue reti da pesca. Se su Facebook? Condividi la foto se sei d'accordo

Puoi seguirci anche su Twitter e Google+.

Tartaruga liuto video: impigliata nelle reti




banner basso postfucina







  • Segui TV:


NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo