I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cellulare e cancro: tutto ciò che bisogna sapere

I pareri di OMS e National Cancer Institute

Pubblicato il 22/07/2014 da Prevenzione a tavola

Cellulare e cancro: tutto ciò che bisogna sapere


Da anni si sente parlare del presunto rischio che i telefoni cellulari provochino tumori, ma, per il momento, non c'è niente di certo. Business Insider spiega che "nessuno contesta che i telefonini emettano radiazioni che vengono assorbite dai tessuti del nostro organismo, ma questo non significa che causano il cancro". Infatti i cellulari emettono radiazioni non ionizzanti (il tipo di radiazioni emesse anche dai microonde), mentre i raggi x, ad esempio, emettono radiazioni ionizzanti. Questa è un aspetto fondamentale. E' infatti noto che l'esposizione al secondo tipo di radiazioni aumenta il rischio di contrarre tumori, e anche la dose fa la sua parte. Invece, per quanto riguarda le radiazioni non-ionizzanti, secondo il National Cancer Institute americano non c'è una prova concreta che queste aumentino il rischio di cancro. Questo tipo di radiazioni, per di più, non causano danni al DNA, che è un fattore considerato cruciale nello sviluppo di tumori. Per gli scienziati è anche risultato complicato stabilire la quantità di radiazioni che il nostro organismo assorbe, anche perché varia a seconda del dispositivo. Nel 2012 l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha inserito i campi elettromagnetici nella categoria 2B, che è definita "classe cancerogena possibile per l'uomo". Per rendersi conto del rischio stimato dall'OMS basti pensare che la categoria B2 è la stessa in cui sono stati inseriti caffè e sottaceti Seguici su Facebook, Twitter e Google+ se sei interessato alle nostre notizie.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Corsi - Prevenzione a tavola

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale