I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il pisolino perfetto a seconda delle esigenze

Gli studi dimostrano che riposarsi migliora le nostre performance

Pubblicato il 16/07/2014 da Prevenzione a tavola

Il pisolino perfetto a seconda delle esigenze


Molti di noi non riescono proprio a dormire di più la notte... E la domanda è: si può fare qualcosa per recuperare quelle ore di sonno perse? Secondo il Time i pisolini potrebbero esserci d'aiuto. Non possono certo essere un modo per recuperare quelle ore perse, ma possono fare "molto più di quanto si crede in meno tempo di quanto immmaginiamo". Senza pisolini il nostro aspetto tende a peggiorare e dormire meno ore del necessario può essere tra le cause di una morte prematura. Perciò, se si ha la possibilità, perché non fare un riposino dopo pranzo. In teoria dovremmo dormire almeno 10 ore, ma pochi hanno tempo per dormire tutto quel tempo. Secondo la Nasa si dovrebbe fare una pennichella sul posto di lavoro: ci sono studi che dimostrano che riposarsi migliora le nostre performance. I piloti che facevano un riposino di 25 minuti in cabina, sempre secondo la Nasa, erano molto più vigili e concentrati di chi non si riposava. Il pisolino perfetto a seconda delle esigenze: 1) Se si vuole essere più svegli e concentrati Bisogna dormire circa 10-20 minuti. Così facendo si guadagnerà in concentrazione e si sarà più vigili. Inoltre si ridurrà la pressione sanguigna. 2) Se il cervello non funziona al meglio Ci vuole una siesta di almeno un'ora. Porterà gli stessi benefici di un riposino di 10-20 minuti e in più migliora la memoria. 3) Se si ha bisogno di riprendersi completamente Ci vuole una dormita di un'ora e mezza. Porta tanti benefici e non ci lascia intontiti come succederebbe nei primi due casi. 4) Se non si ha molto tempo Bisogna dormire 10 minuti 5) Se proprio non si ha tempo Anche dormire qualche minuto porta benefici



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Corsi - Prevenzione a tavola

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Corsi - Prevenzione a tavola

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina