I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cambiamento climatico: gli 8 grafici che fanno paura

I disastri naturali sono quintuplicati dal 1970

Pubblicato il 15/07/2014 da Prevenzione a tavola

Cambiamento climatico: gli 8 grafici che fanno paura


"Dimenticatevi del futuro. Il mondo è già cinque volte più pericoloso e incline ai disastri rispetto al 1970, a causa del crescente rischio dovuto al cambiamento climatico". Lo riporta il quotidiano britannico The Guardian, che cita un rapporto dell'Organizzazione meteorologica mondiale. I primi dieci anni del XXI secolo, infatti, hanno visto 3.496 disastri naturali, tra alluvioni, uragani, siccità e ondate di caldo. Una cifra che è circa cinque volte superiore alle 743 catastrofi che sono state riportate negli anni '70. E questi eventi climatici sono tutti causati dal cambiamento climatico. 1) Numero di disastri riportati per decade a seconda della tipologia fdf3c395-70d7-41db-8815-6ba2b9f47293-411x420 Legenda: Blu scuro= alluvioni. Blu chiaro= frane. Verde= uragani. Giallo= siccità.. Alluvioni e uragani sono stati di gran lunga la causa principale dei disastri tra il 2000 e il 2010. L'innalzamento del livello del mare, dovuto al cambiamento climatico, sta causando fortissimi uragani. C'è inoltre una crescente evidenza che le temperature sempre più alte stanno aumentando la forza distruttiva degli uragani. 2) Numero di morti riportate per decade suddivise per calamità 2 Legenda: Blu scuro= alluvioni. Blu chiaro= frane. Verde= uragani. Giallo= siccità. Magenta= temperature estreme. Arancione= incendi Le ondate di calore sono il "nuovo killer", mentre negli anni '70 non erano neanche viste come un pericolo. Nella sola Russia nel 2010 sono morte 55.000 persone a causa del gran caldo. 3) Perdite economiche per decade a seconda della tipologia di disastro 3 Legenda: Blu scuro= alluvioni. Blu chiaro= frane. Verde= uragani. Giallo= siccità. Magenta= temperature estreme. Arancione= incendi I disastri naturali sono costati oltre cinque volte in più nel periodo 2000-2010 rispetto agli anni '70 4) Disastri naturali riportati dal 1970 al 2010 4 Il 79% degli 8.835 disastri sono dovuti ad alluvioni e uragani 5) Morti a seconda del tipo di calamità dal 1970 al 2010 5 Gli uragani sono stati la causa principale degli 1,94 milioni di decessi, la siccità viene seconda. 6) Perdite economiche a seconda del tipo di disastro 6 Circa la metà delle perdite economiche dovute a disastri è riconducibile a bufere come gli uragani Katrina e Sandy, che da soli sono costati 196,9 miliardi dei 2390,7 totali. 7) Disastri ordinati per numero di vittime 7 L'ondata di siccità in Africa orientale degli anni '70 e '80 ha mietuto da sola circa 600.000 vittime in Etiopia, Somalia e Sudan. 8) Disastri ordinati per perdite economiche 8 Gli uragani e i forti temporali stanno avendo un costo sempre più alto per gli Stati Uniti: cinque dei disastri più costosi di sempre si sono infatti verificati negli USA.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo