I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Mais Ogm: ripubblicato lo studio di Séralini

La pubblicazione dello studio del professore era stata ritirata dalla rivista Food and Chemical Toxicology

Pubblicato il 10/07/2014 da Prevenzione a tavola

Mais Ogm, ripubblicato lo studio di Séralini


La pubblicazione della ricerca del prof. Gilles-Eric Séralini su mais e pesticidi venduti dalla Monsanto fu, a detta del professore, ritirata dalla rivista scientifica Food and Chemical Toxicology in seguito a pressioni di un gruppo di scienziati sul direttore della rivista stessa. Ora però lo studio di Séralini è stato ripubblicato sulla rivista Environmental Science Europe:"Ripubblicata su una nuova rivista scientifica la ricerca del Prof. Gilles-Eric Séralini sul mais GM e sul pesticida Roundup commercializzati da Monsanto. L’esperto francese dell’Università di Caen aveva svolto uno studio nutrizionale sui ratti per valutare gli effetti a lungo termine della varietà di mais geneticamente modificato NK603 e dell’erbicida a base di glifosato, commercializzato come Roundup".La ricerca, spiega il sito della Fondazione Diritti Genetici, era stata "pubblicata nel Settembre 2012 sulla rivista Food and Chemical Toxicology (FCT), aveva messo in evidenza disfunzioni ormonali e diversi danni al fegato e ai reni, nonché casi di mortalità e un elevato numero di tumori nella maggior parte dei gruppi testati. Tuttavia, la pubblicazione aveva scatenato un’aggressiva campagna diffamatoria e il conseguente intervento del direttore della rivista FCT, Dr. Wallace Haynes, che nel Novembre 2013 aveva ritirato la pubblicazione".Il gruppo di scienziati, leggiamo sempre sul sito, "aveva criticato l’inadeguatezza del metodo sperimentale, in particolare la dimensione del campione, il tipo di ratti utilizzato nell'esperimento (noto per la tendenza a sviluppare tumori), e la mancanza di informazioni sulla composizione dei menù somministrati agli animali".La decisione di ritirare la pubblicazione sarebbe dovuta a pressioni esterne e non basata su criteri scientifici:"La nuova pubblicazione, apparsa su Environmental Sciences Europe, ha superato una rigorosa seconda peer-review e contiene i dati grezzi della ricerca, insieme ad un commento nel quale lo stesso Séralini descrive le pressioni esercitate dal gruppo di scienziati a lui sfavorevoli sul direttore del Food and Chemical Toxicology per costringerlo a ritrattare la pubblicazione. Una decisione che non è giustificata da criteri prettamente scientifici ma da interessi puramente lobbistici".Le analisi biochimiche hanno confermato significative insufficienze renali croniche per tutti i trattamenti e per entrambi i sessi. to. Nei maschi trattati le congestioni fegato e le necrosi erano da 2,5 a 5,5 volte superiori. Nelle femmine è stato riscontrato un aumento della mortalità di due o tre volte. Questa differenza era evidente anche in tre gruppi di maschi alimentati con mais geneticamente modificato. Le femmine hanno sviluppato grandi tumori mammari più frequentemente e prima dei controlli. Questi risultati possono essere spiegati non solo con gli effetti che alterano il sistema endocrino non-lineari del Roundup, ma anche dalla dell'eccesso di espressione del transgene EPSPS o altri effetti nel mais OGM e le loro conseguenze sul metabolismo.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo