I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cellulari e batteri: le donne sono quelle più “intimamente connesse”

Lo dimostra uno studio di James Meadow della University of Oregon e pubblicato sulla rivista PeerJ

Pubblicato il 30/06/2014 da Prevenzione a tavola

Il nostro cellulare è uno specchio dei microbi che portiamo sul corpo e che costituiscono il nostro 'microbioma'. Ad essere più 'intimamente connesse' col proprio cellulare sono le donne, i cui batteri sono rispecchiati più fedelmente dalle colonie presenti sul proprio smartphone rispetto a quelli dei maschi. Lo dimostra uno studio di James Meadow della University of Oregon e pubblicato sulla rivista PeerJ. La scoperta, benché facilmente intuibile, può avere implicazioni pratiche. Meadow ha esaminato i batteri presenti su touchscreen di un campione di individui e poi i batteri presenti sulla loro mano dominante (destra per i destri, sinistra per i mancini). E' emersa una elevata concordanza tra il 'microbioma' del cellulare e quello del suo possessore (una concordanza media dell'82%), specie se donna. I batteri più comunemente presenti sia sui telefoni sia sulle mani appartengono ai tre gruppi Streptococco, Stafilococco e Corynebacterium. Secondo Meadow la scoperta, benché facilmente intuibile, può portare ad applicazioni pratiche: in primis i cellulari possono diventare sensori per effettuare esami non invasivi di un soggetto e per monitorare eventuali minacce di infezione; poi, specie nella pratica clinica e nelle corsie dell'ospedale, significa che quando personale medico e paramedico, nonché i visitatori, maneggiano i propri cellulari in reparto stanno comunque introducendo o portando fuori dall'ospedale potenziali agenti patogeni, cosa non da poco visto che le infezioni ospedaliere riguardano un paziente su 20. (ANSA)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore