I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Carenza vitamina D raddoppia rischio morte prematura

Lo studio pubblicato sull’American Journal of Public Health

Pubblicato il 23/06/2014 da Prevenzione a tavola

Carenza vitamina D raddoppia rischio morte prematura


La carenza di vitamina D nell’organismo raddoppia il rischio di morte prematura. Lo riporta Greenstyle.it, che cita uno studio pubblicato "sull’American Journal of Public Health, secondo cui le persone con bassi livelli ematici di vitamina D avrebbero il doppio delle possibilità di morire prematuramente, rispetto al resto della popolazione." L’analisi, spiega Greenstyle, è stata "condotta alla San Diego School of Medicine dell’Università della California, è basata su una revisione sistematica di 32 studi precedenti che indagavano i legami fra vitamina D, livelli ematici e tassi di mortalità. Lo studio ha incluso residenti di 14 Paesi, compresi gli Stati Uniti, e dati da 566.583 soggetti partecipanti, con un’età media di 55 anni: la durata media delle osservazioni analizzate è stata di nove anni." Secondo questo studio le morti premature potrebbero essere causate proprio dalla carenza di tale vitamina nell'organismo: "I ricercatori hanno analizzato una variante specifica presente nel sangue umano, la 25–idrossi vitamina D, che aiuta il controllo del calcio e dei livelli di fosfato nel corpo: rispetto alle precedenti ricerche il lavoro della San Diego School of Medicine si spinge però oltre, associando la carenza di vitamina D non solo alle malattie ossee, ma alle morti premature. Tre anni fa l’Istituto di Medicina (IOM) aveva dimostrato i legami fra livelli troppo bassi di vitamina D nel sangue e la possibilità di sviluppare malattie delle ossa, come l’osteoporosi. " L' autore principale della ricerca Cedric Garland ha detto in merito: "Questo studio supporta questa conclusione, ma va un passo oltre. La quantità di 20 nanogrammi per millilitro (ng/ml) del livello ematico, assunto dal rapporto IOM, dimostra l’influenza dei bassi livelli di vitamina D sulle ossa: questa nuova scoperta va oltre, dimostrando l’associazione di bassi livelli di vitamina D con le morti premature". Greenstyle spiega anche a cosa è dovuta la carenza di vitamina D: "La mancanza di vitamina D, l’ipovitaminosi, è causata principalmente dalla scarsa esposizione al Sole, da una dieta povera di vitamine o da condizioni specifiche che alterano l’assorbimento della vitamina D". E' importante, però, leggiamo su Rainews, ">che sia il medico a prescrivere l'assunzione di questa vitamina e che il soggetto monitori annualmente la sua concentrazione plasmatica di vitamina D prima di intraprendere un'integrazione della stessa."



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pasta fresca, online il nostro nuovo corso di cucina

Imparare a preparare la pasta fatta in casa partendo da farine non raffinate e ingredienti genuini

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Corsi - Prevenzione a tavola

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Corsi - Prevenzione a tavola

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi