I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Mangiare aglio fa bene: Previene cancro ai polmoni

Lo afferma un nuovo studio condotto dallo Jiangsu Provincial Centre for Disease Control and Prevention

Pubblicato il 17/06/2014 da Prevenzione a tavola

Mangiare aglio fa bene: Previene cancro ai polmoni


Mangiare aglio fa bene perché aiuta a prevenire il rischio di contrarre il tumore ai polmoni. Lo riporta Cado in Piedi: "Certo, il partner potrebbe non essere d'accordo, ma mangiare aglio vi conviene. Alle tante virtù benefiche, infatti, se ne aggiunge una nuova: mangiarlo crudo almeno due volte a settimana dimezza il rischio di sviluppare un cancro al polmone. Lo afferma un nuovo studio condotto dallo Jiangsu Provincial Centre for Disease Control and Prevention, e pubblicata online su Cancer Prevention Research." Ed ecco come è stata svolta la ricerca: "I ricercatori che hanno condotto lo studio hanno analizzato le abitudini alimentari di più di 1.400 pazienti già ammalati di cancro al polmone e le hanno messe a confronto con quelle di 4.500 adulti in buona salute, rilevando che chi mangiava aglio crudo regolarmente presentava un rischio più basso di sviluppare la malattia, anche in caso di comportamenti normalmente ritenuti a rischio come il fumo di sigaretta." L'elemento magico si ottiene aprendo l'aglio: "L'effetto benefico, sostiene la ricerca, è dato dall'allicina, una sostanza che si ottiene quando lo spicchio d'aglio viene schiacciato o tagliato, e agisce come un antiossidante riducendo i danni dei radicali liberi." Megliosapere.info consiglia di consumare l'aglio crudo, in quanto l' allicinanon è presente nel bulbo integro, ma si forma quando gli spicchi d’aglio vengono tagliati, triturati o masticati. Questa sostanza si degrada in modo molto rapido durante la cottura, motivo per il quale, per sfruttare appieno tutte le potenzialità curative dell’aglio, è necessario consumarlo crudo."



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali