I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Effetto veleno serpente sul sangue: il video

Un video che mostra la potenza distruttiva del veleno di un serpente

Pubblicato il 17/06/2014 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Effetto veleno serpente sul sangue: il video


Un video che mostra la potenza distruttiva del veleno di un serpente. Guardandolo si può vedere un uomo che preleva un campione di veleno dalla bocca dell'enorme rettile. Quando il veleno, che è chiamato emotossina, viene mescolato con un campione di sangue umano succede che in pochi istanti il sangue si raggruma, e sembra quasi gelatina. Si possono pertanto dedurre gli effetti che il morso di un serpente avrebbe sull'uomo. La vipera di Russell, il serpente più velenoso al mondo: leggiamo su Focus che questo serpente detiene il primato di provocare migliaia di morti ogni anno: "Più pericolosa del grande squalo bianco, più velenosa del mamba nero e con un record di omicidi degno del più spietato serial killer: è la vipera di Russell (Daboia russelii), un serpente diffuso in India e in tutto il sudest asiatico che ogni anno con il suo morso miete migliaia di vittime (alcune fonti dicono 10.000 vittime)." E se per caso si dovesse riuscire nell'impresa di non morire dopo essere stati morsi dalla temibile vipera, si rischierebbero "danni seri e permanenti", infatti spiega il magazine: "Secondo uno studio pubblicato su Lancet, il 29% di coloro che non soccombono al morso della vipera di Russell sviluppa l'ipopituitarismo, una disfunzione causata dall'improvvisa riduzione nella secrezione di ormoni prodotti dall'ipofisi. Le conseguenze sono perdita di barba e peli pubici per gli uomini, delle curve su seno e fianchi per le donne e, per entrambi, la sterilità. Nei casi più gravi il morso di questo rettile può portare fino alla perdita di alcune funzioni cerebrali e alla pazzia." Gli effetti del morso della vipera di Russell: "Gli effetti, immediati, sono dolore, riduzione improvvisa della frequenza cardiaca e crollo della pressione. Il veleno, in pochi istanti, arriva al cervello, dove agisce sull'ipofisi provocando copiose emorragie. Eppure questo serpente ha un carattere sostanzialmente mite. Ciò che lo rende pericoloso è proprio la sua pigrizia. A differenza di altri rettili non avvisa della propria presenza e si limita ad attaccare quando si sente minacciata." Che cos'è l'Emotossina: da Wikipedia: "L'emotossina è una tossina che distrugge i globuli rossi. Le emotossine sono il componente principale del veleno di molti serpenti, tra i quali la vipera, e di alcuni insetti, p.es. il bruco assassino (Lomonia). Rispetto alle neurotossine, che agiscono sul sistema nervoso, e che costituiscono il componente principale del veleno di altri serpenti (come il cobra) e degli scorpioni, le emotossine hanno un'azione generalmente più lenta. Esistono emotossine totalmente inorganiche, p.es. il monossido di carbonio."



banner basso postfucina







  • Segui TV:


NOTIZIE + RECENTI

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Corsi - Prevenzione a tavola

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale