I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Dieta: come ridurre il rischio di cancro

Mangiando in maniera sana si può ridurre di molto il rischio di contrarre tumori

Pubblicato il 16/06/2014 da Prevenzione a tavola

Dieta: come ridurre il rischio di cancro


Davanti all'apparente aumento dei casi di cancro molta gente si chiede se ci sia un modo per scongiurare davvero questo rischio. Si possono fare dei passi avanti per ridurre la probabilità di contrarre diversi tipi di cancro. Una delle cose su cui le persone hanno più controllo è la dieta che fanno e facendo alcuni cambiamenti è possibili ridurre il rischio del cancro. 1) Aumentare il consumo di fibre C'è un motivo per cui molti esperti sposano una dieta che fa alto uso di fibre: gli studi hanno mostrato che c'è uno stretto rapporto tra una dieta ad alto consumo di fibre e la riduzione del rischio di carcinoma del colon-retto. Le fibre aiutano a spostare quei composti potenzialmente tossici attraverso le pareti intestinali più velocemente e legarli in modo che stiano lontani dalle pareti. Questo è anche vero per coloro che sono ad alto rischio di cancro del colon-retto. Grazie ad uno studio si è constatato che le cellule potenzialmente cancerogene crescevano meno nel corpo delle persone che portavano avanti una dieta che comprendeva non meno di 13 grammi di fibre di crusca di frumento. 2) Aumentare il consumo di frutta e verdura crude Mangiare frutta e verdura non è solo un buon modo per ridurre al minimo il desiderio di zucchero e per mantenere il peso forma, ma ci aiuta anche a ridurre il desiderio di cibi grassi, che sono noti elementi della dieta che aumenta il rischio di cancro. Inoltre nella frutta e nella verdura c'è un'alta concentrazione di fitochimici, che sono un composto naturale che aiuta a combattere il cancro e ridurre il rischio di contrarlo. Verdure come il cavolfiore, i cavoletti di Bruxelles, cavoli e broccoli sono considerate potenti armi nella lotta contro il tumore. 3) Non fare più una dieta basata sul consumo di carne Gli studi sulla dieta dei vegetariani, come Seventh Day Adventists, hanno dimostrato che questi gruppi tendono ad avere un rischio minore di contrarre il cancro. Alcuni ricercatori credono che le altissime percentuali di cancro dei tempi moderni sono dovute al mutamento della dieta umana, che è passata dall'essere basata sui vegetali al consumo di carne. Infatti i vegetali hanno un triplice vantaggio rispetto alla carne: contengono i fitochimici, così come contengono più fibre rispetto alla carne. Per di più i vegetali contengono molto meno grasso della carne. Perciò facendo alcuni cambiamenti che consentono di mangiare in maniera salutare si può ridurre di molto il rischio di contrarre tumori. (Da Naturalnews.com)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo