I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Sigarette, fumo uccide una persona ogni 6 secondi

Lo ha reso noto l'Organizzazione Mondiale della Sanità

Pubblicato il 01/06/2014 da Prevenzione a tavola

SIGARETTE - Che il fumo non fa bene alla salute e uccide è cosa nota, ma quando si viene a conoscenza di certi dati, è necessario fare una riflessione. I dati diffusi dall'Organizzazione mondiale della Sanità sono scioccanti. Today.it ha riportato la seguente notizia: "Il fumo di sigaretta - ha reso noto l'organizzazione mondiale della sanità - uccide una persona nel mondo ogni sei secondi. per un totale di quasi sei milioni di persone ogni anno. L'Oms ha diffuso le statistiche il giorno prima della giornata contro il fumo - il 31 maggio - nella speranza di sensibilizzare il mondo nella lotta contro il tabagismo. E se la paura non dovesse bastare, l'organo internazionale propone come contromisura l'aumento sulle tasse."

Le stime sull'aumento del prezzo delle sigarette

Secondo le stime dell'organizzazione, aumentando le accise sul tabacco si risparmierebbero più di 10 milioni di vite: "L'Organizzazione mondiale della sanità ha esortato, infatti, tutti i Paesi ad aumentare le accise sul tabacco per incoraggiare i fumatori a smettere e per impedire ad altre persone di diventare dipendenti da tabacco. Secondo l'Oms, con un aumento delle tasse sul tabacco del 50%, il numero di fumatori diminuirebbe di quarantanove milioni entro i prossimi tre anni salvando undici milioni di vite nel mondo." Oltre ad un ritorno in termini di salute, ai cittadini gioverebbe l'aumento delle tasse sul fumo, in quanto i governi avrebbero, ovviamente un maggiore introito: "Per Margaret Chan, direttrice generale dell'Oms, "aumentare le tasse sul tabacco è il modo più efficace per ridurne il consumo e salvare vite umane". L'aumento dei prezzi del tabacco risulterebbe particolarmente efficace nel dissuadere i giovani dal cominciare a fumare. L'Oms ha calcolato che se tutti i paesi aumentassero le tasse su tabacco, sempre del 50% per ogni confezione, i governi guadagnerebbero più di cento miliardi di dollari di fatturato globale supplementare." Sul Sole24ore.it leggiamo che un gruppo di scienziati, tra cui spicca il nome di Umberto Veronesi "ha preso carta e penna e ha scritto ai vertici dell'Organizzazione mondiale della sanità per sventare il possibile inserimento delle sigarette elettroniche classificandole come sigarette di tabacco nella Convenzione Quadro sul Controllo del Tabacco (FCTC) dell'Oms che si riunirà a ottobre a Mosca." Infatti secondo gli scienziati "classificare le e-cigarettes al pari delle sigarette convenzionali è sbagliato non solo perché le "e-cig non sono prodotti del tabacco", ma anche perché affermare che "sono rischiose quanto altri prodotti del tabacco – continua la lettera - invierebbe un messaggio erroneo e desolante ai milioni di svapatori che hanno usate le e-cig per smettere di fumare, e scoraggerebbe il resto dei fumatori dal provarle".



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore